Senza categoria

SODA BREAD





Come si dice non è bello ciò che è bello ma è bello ciò che piace! Questo pane di origini irlandesi bello non è ma buono si.

Diciamo che ha diversi pregi, intanto si prepara in tempi record, senza bisogno di lievitazione, dieci minuti di preparazione ed è pronto per essere infornato.
A tal proposito infatti l’ho preparato la prima volta che avevo amici a cena e pochissimo tempo per sfamarli, all’improvviso mi son ricordata del pane che non compro mai, o lo preparo io o raramente lo acquisto, diciamo anche che a casa mia gira poco pane, così ho pensato a questa ricetta che avevo conservato trovata chissà dove.
Inoltre questo pane ha il pregio di avere un profumo particolare, devo essere onesta non solo non sono brava a descrivere un profumo in generale ma in questo caso lo sono ancora meno, a tratti ho sentito il tipico profumo del pane integrale, un istante dopo percepivo un vago ricordo di castagne, poi di acidulo, poi di birra scura.
Insomma vi direi di provare se già non conoscete questo pane perchè sono incapace di descrivere il profumo ottimo che si espande per la cucina e che si sente subito addentandolo; perfetto con marmellate, nutella, crema al cioccolato in generale, composte ma anche creme salate, mousse, tostato con del salmone o pate’, in pratica sta bene con molteplici intingoli.
Altro pregio, rimane bello morbido anche il giorno dopo, la prima volta che l’ho fatto lo guardavo e pensavo -domani sarà una suola di scarpa- e invece conservato per bene rimane soffice per diversi giorni.
Le panificatrici innamorate della lievitazione forse storceranno il naso, questo pane non offre grandi soddisfazioni effettivamente, non si mettono le mani in pasta se non per pochi minuti, non ci si sporca troppo di farina a forza di lavorare l’impasto, la meraviglia che si prova di fronte alla magia della lievitazione manca del tutto, il lievito rigorosamente pasta madre (per le panificatrici eccellenti non per me che lo farei morire il giorno dopo…) rimane in frigorifero.
Diciamo che questo pane è il massimo per le panificatrici modeste, frettolose, in perenne affanno, ritardo, le donne dell’ultimo minuto.
Inutile dire che per quanto questo pane mi piaccia e lo prepari spesso nutro un’ammirazione sconfinata verso coloro che sfornano meravigliose pagnotte, panini, filoni, grissini ecc….realizzati con pasta madre e tanta cura nella preparazione/lievitazione/ricerca! Siete bravissimi/e!
Buona giornata con una fetta di pane e crema alle nocciole!





Ingredienti:


230 gr di farina 00
230 gr di farina integrale
1 cucchiaino abbondante di bicarbonato di sodio
2 dl di latte
125 gr di yogurt magro (un vasetto)
1 cucchiaio di zucchero di canna
sale





1 Setacciate in una ciotola capiente le due farine, unite il bicarbonato, lo zucchero e un pizzico di sale; scaldate il latte e scioglietevi lo yogurt.

2 Unite versando a filo il latte amalgamando l’impasto, dovrete ottenere una palla liscia e compatta.
Scaldate il forno a 220 gradi, imburrate uno stampo da plumcake (se di silicone non necessario), stendete l’impasto uniformemente e infornate per 30 minuti.

You Might Also Like

28 Comments

  • Reply
    Cristina D.
    5 giugno 2014 at 7:51

    Allora dato che sono una panificatrice modesta, frettolosa, in perenne affanno questo pane fa il caso mio. L'ho visto un sacco di volte e non mi sono ancora decisa a farlo ! Io invece lo trovo bello perchè a me piacciono i pani rustici

    • Reply
      lillinelpaesedellestoviglie
      6 giugno 2014 at 13:30

      Vedrai che ti piacerà e lo preparerai in un lampo! anche a me piace anche se poco bello! ciao cristina!

  • Reply
    elenuccia
    5 giugno 2014 at 8:17

    A me piace impastare (ma mi limito al lievito di birra) ma sono molto democratica. E' da un po' che voglio provare questo famoso pane per sentirne la consistenza. A differenza di te, a casa mia il pane piace parecchio quindi cerco sempre di sperimentare nuove ricette.

  • Reply
    LaRicciaInCucina
    5 giugno 2014 at 8:23

    Ahh sì sì, certo: massimo rispetto per chi panifica con amore, dedizione e pazienza. Il fascino di quelle belle pagnotte lievitate, di quei pani fragranti e profumati è davvero ineguagliabile. Ma penso anche che il soda bread sia un giusto compromesso per chi purtroppo non ha troppo tempo ma vuole cmq concedersi un pane fatto in casa. Proverò la tua ricettina!! ;-))))

  • Reply
    Anastasia
    5 giugno 2014 at 13:54

    Lilli, ma lo sai che ti dico??? Che mi hai incuriosito talmente tanto che io questo pane lo provo!
    Eh sì, proprio io panificatrice incallita 😛 con lievito madre da 4 anni ^__^
    Perchè mica è scritto che bisogna sempre avere voglia di impastare eh!
    Anche se mi piace moltissimo ho anche i miei giorni "no" e ti giuro che questo pane lo provo!
    Grazie di cuore per la ricetta! Un abbraccio Any

    • Reply
      lillinelpaesedellestoviglie
      6 giugno 2014 at 13:33

      Allora fammi sapere che ne pensi dopo averlo assaggiato! 4 anni di pasta madre???? chapeau! grazie a te!

  • Reply
    accantoalcamino
    5 giugno 2014 at 16:45

    Io lo trovo anche bello 🙂 Bella idea per un pane veloce, da fare.

  • Reply
    La cucina di Esme
    5 giugno 2014 at 18:29

    velocissimo ….lo devo provare!
    baci
    Alice

  • Reply
    giochidizucchero
    5 giugno 2014 at 20:56

    Eccomi subito da te! Mi piace tutto tutto, brava! Un abbraccio!

  • Reply
    Chiara Giglio
    5 giugno 2014 at 21:18

    se non è difficile proverei a farlo….Ho la farina integrale in casa, intanto segno la ricetta, un bacione !

  • Reply
    Lilli
    6 giugno 2014 at 6:22

    Interessante, mai sentito! deve essere buonissimo anche con del prosciutto affumicato e formaggio valtellinese. Si vede che ho la testa in montagna eh??

    • Reply
      lillinelpaesedellestoviglie
      6 giugno 2014 at 13:35

      Eh eh questo sapevo che non lo conoscevi! si ho intuito che hai un pochino voglia di monti, prati, verde, fiori, ecc….abbi fede, manca poco!

  • Reply
    lagreg74
    6 giugno 2014 at 16:43

    Anche se faccio parte delle patite del lievito madre non ti nascondo che questo pane mi stuzzica da un bel po'! Se non altro per sapere di cosa sa…credo proprio che gli dato una chance presto!!!

  • Reply
    terry giannotta
    6 giugno 2014 at 17:10

    Sai che quesdto pane mi ha sempre incuriosito e non l'ho mai fatto? Prima o poi lo devo provare, non si scappa. Mi sembra venuto benissimo e non storco per niente il naso io, tranquilla. A casa mia se non c'è il pane, mio marito non si siede nemmeno a tavola! Pensa un pò … Buon fine settimana tesoro

    • Reply
      lillinelpaesedellestoviglie
      7 giugno 2014 at 12:52

      Grazie terry buon fine settimana anche a te, tu sei la maestra della pasta madre, scrivendo pensavo proprio a te! un bacio!

  • Reply
    carmencook
    6 giugno 2014 at 19:32

    Ne ho tanto sentito parlare ma non l'ho mai fatto!!!
    Mi salvo la ricetta così appena possibile lo provo!!!
    Un c aro abbraccio e buon fine settimana
    Carmen

  • Reply
    conunpocodizucchero Elena
    6 giugno 2014 at 22:10

    ecco un pane che non ho mai mai fatto! prima o poi…

    • Reply
      lillinelpaesedellestoviglie
      7 giugno 2014 at 12:54

      Pensa che io credevo di proporre un pane noto e arcinoto invece che vedo in tanti non l'avete assaggiato!

  • Reply
    Erica Di Paolo
    7 giugno 2014 at 7:27

    Capisco perfettamente quella sensazione del "oddio non ho pane in casa!!". Anche io non ne compro mai e, al massimo, lo preparo io. Ma solo quando ho ospiti, diversamente il pane non si mangia ^_^
    Ho sempre voluto provare questa versione, ma non ho ancora avuto l'occasione. Grazie per averlo proposto.
    Un grande abbraccio e buon weekend.

  • Leave a Reply

    CONSIGLIA Avocado burger