Senza categoria

LASAGNE di FARRO con SPINACINI, RICOTTA e PINOLI

A tutte le feste o meglio balli del liceo c’e’ sempre stata la bruttina, seduta in disparte, composta sulla sua sedia, rigorosamente in punta di sedia con la speranza che qualche ragazzo la invitasse a ballare, dopo ore di tedio, delusione, invidia nel vedere le belle piroettare con i loro ballerini, quando ormai le speranze eran perdute, ecco avvicinarsi un cavaliere, incredula la bruttina si guarda attorno chiedendosi se si sta rivolgendo proprio a lei.
Dopo qualche istante di stupore, imbarazzo, tremore si alza e comincia timidamente a ballare in mezzo alla pista, si sente un po’ goffa, a  tratti si aggiusta le pieghe del vestito e nervosamente si sistema una ciocca che in realtà sta benissimo dov’è; il suo ballerino le sorride, timida abbassa lo sguardo, invasa di gioia, lui la stringe e la bruttina comincia a realizzare che si, sta stringendo proprio lei, un attimo prima tappezzeria sulla sedia.
La bruttina inizia a sorridere, non le sembra vero lei in mezzo alla pista con un cavaliere tutto suo che ha scelto proprio lei, si sente sempre più leggera, non si accorge neppure delle piccole gocce che le imperlano il viso, non si ricorda neanche i brutti occhiali che indossa, oggetto solitamente detestato, a ogni stretta del suo compagno si sente vagamente apprezzata.
Gambe, braccia, corpo si muovono spensierati, nota di sfuggita alcuni sguardi stupiti nell’osservarla, inutile negarlo son bruttina ma so attirare l’attenzione, il ballo è sempre più sfrenato ma è come se non ci fossero gli altri, il caldo, i tacchi che fanno male, ormai la bruttina vola, la stanno guardando in tanti, le espressioni sui volti lasciano trasparire sorpresa pura.
Bruttina è bruttina però che piglio, che energia, che carattere, guarda come si muove, come è leggera, naturale e guarda il suo ballerino con che orgoglio la fa volteggiare in mezzo alle altre coppie
La mia lasagna bruttina è bruttina ( e le foto non l’aiutano…), su un tavolo in un buffet fatica a farsi spazio, non attrae, scuretta, all’apparenza secca, gli sguardi si posano su altro, ma quando un curioso l’assaggerà un sorriso spunterà sul suo volto, a un secondo assaggio il sorriso si allargherà e il temerario penserà che piglio, che energia, che carattere!



Ingredienti:

per due persone:
una decina di sfoglie di lasagna integrale di farro
500 gr di spinacini
1 barattolo di yogurt greco
100 gr di parmigiano grattugiato
40 gr pinoli
3 cucchiai di olio d’oliva
sale


1 Scaldate l’olio in un ‘ampia padella, buttate gli spinacini già lavati, cuocete per cinque minuti a fuoco vivo.
2 Nel mentre mettete a bollire dell’acqua in un pentolino, scottate per pochi secondi le lasagne e fatele asciugare su un canovaccio.
3 Accendete il forno a 200 gradi, prendete una teglia e disponete uno strato di pasta, distribuitevi sopra un’abbondante cucchiaio di spinacini, uno di yogurt, qualche pinolo, e una spolverata di parmigiano, mettete un altro strato di pasta, proseguite nello stesso modo fino a terminare gli ingredienti, l’ultimo strato sarà di pasta, ricordatevi di salare con moderazione ogni strato.
Se  la pasta vi sembra secca aggiungete un paio di cucchiai di latte.




You Might Also Like

40 Comments

  • Reply
    themasterofcook
    17 settembre 2014 at 9:57

    Anche le lasagne bruttine meritano un assaggio, possono sempre sorprendere..
    Come si dice "brutto ma buono"!

  • Reply
    cincia del bosco
    17 settembre 2014 at 10:23

    Ah, che bella storiella, ma io già vedendole da blogger me le sarei sgranocchiate fiduciosa!
    non le trovo bruttine, solo dall'aspetto insolito…qui potrebbe nascere una disquisizione filosofica: come si fa a dire brutto o bello? Sicuramente buone!
    baci Su

  • Reply
    Claudia
    17 settembre 2014 at 11:40

    Deve essere buonissima lalasagna di farro integrale..vorrei comrpare quella farina.. Ottimo il ripieno… Gustose..ma leggere!! baciotti

  • Reply
    Silvia Brisigotti
    17 settembre 2014 at 12:05

    Buonissime Lilli!! Non le ho mai trovate le lasagne di farro, ora le cerco!! Un abbraccio!!!

  • Reply
    Valentina Spinetti
    17 settembre 2014 at 12:19

    buone buone buone, mai provate le lasagne al farro……rimedierò! 🙂

  • Reply
    accantoalcamino
    17 settembre 2014 at 12:33

    Le lasagne non sono mai brutte, proprio come le mamme, e, come le mamme (non tutte 😉 ) ono buone especiali.Ti abbraccio <3

  • Reply
    Erica Di Paolo
    17 settembre 2014 at 12:39

    Ahahahahah, giuro che non capivo dove la tua storia volesse arrivare. Bruttina è bruttina….. ahahahahah, muoio. Gioia mia, dev'essere un tripudio di sapori. Chissene che sia bruttina ^_^
    Sei adorabile!!

  • Reply
    Miss Mou
    17 settembre 2014 at 13:23

    Mi hai fatto morir dal ridere con la descrizione della bruttina che per altro è bruttina poco, forse un po' abbronzata :))
    Piacere sono una tua nuova follower.

  • Reply
    Maria Grazia
    17 settembre 2014 at 13:56

    Io tanto bruttina questa lasagna non la vedo, Lilli :9
    Ma una cosa è certa. carattere ha carattere, eccome! E non parliamo del gusto che deve avere…ammaliante!
    Un bacio grandissimo!!!
    MG

  • Reply
    Fr@
    17 settembre 2014 at 15:08

    Mai fermarsi alle apparenze, specialmente in cucina ci vuole l'assaggio. 🙂

  • Reply
    Sara e Laura-PancettaBistrot
    17 settembre 2014 at 18:15

    Invece questo loro aspetto croccante ed originale ci avrebbero spinte a provarle subito dal buffet:)
    Bellissimi ingredienti, il sapore sarà stato eccezionale bravissima!!
    Buona serata, un bacione

  • Reply
    consuelo tognetti
    17 settembre 2014 at 20:12

    Ma che divertente introduzione 😀 Rende perfettamente l'idea 😀
    Io non bado mai alle apparenze e stai certa che di queste lasagne farei anche il bis ^_*

  • Reply
    conunpocodizucchero Elena
    18 settembre 2014 at 5:23

    🙂 ma Lilli a me ti dirò che invece avrebbe attratto la mia attenzione qst tua lasagnetta anche in un tavolone da buffet ricco di stuzzicherie! ecco!

  • Reply
    Lilli
    18 settembre 2014 at 8:22

    Ahahaha non capivo dove stessi andando a parare! Povera la bruttina! Mi ricorda molto i film delle scuole americane col maledetto ballo di fine anni! Comunque sai che dove c'è un primo piatto io mi butto, no? L'amore è cieco!

  • Reply
    ilcucchiaiodoro
    18 settembre 2014 at 9:18

    Non sempre l'abito fa il monaco… Ed io già mi immagino quel crock 😀

  • Reply
    giochidizucchero
    18 settembre 2014 at 13:36

    Sono perfette condite così, bravissima!!! Le lasagne di farro però a dire il vero mi mancano… devo provvedere! Ciao cara!

  • Reply
    Virginia S. Il GattoPasticcione
    20 settembre 2014 at 17:01

    Che croccantezza, mi piace molto la tua lasagna un pò insolita, brava!!! Buona domenica!

  • Reply
    Latte & Menta
    20 settembre 2014 at 17:32

    Che bontà!!!

  • Reply
    i Pasticci di Terry
    20 settembre 2014 at 19:47

    Perchè bruttina dai?!? Non mi sembra così bruttina …

  • Reply
    La Greg
    21 settembre 2014 at 16:50

    Tu lo sai che a me piace tutto quello che fa crock pertanto le avrei puntate ed agguantate subito in un buffet…
    Anzi se fossero avanzate, anche in freezer, vengo a cena…

  • Leave a Reply

    CONSIGLIA Avocado burger