Senza categoria

TESTAROLI al PESTO di POMODORI SECCHI e CASTAGNE

Con questa ricetta rendo omaggio al blog di Consuelo e al suo contest sulla Toscana.
Metà del mio sangue è toscano, mio papà è di Pontremoli, alta Lunigiana, un piatto tipico sono i testaroli di cui ho già parlato mesi fa.
Un piatto semplice, povero, nella preparazione e negli ingredienti, mia nonna me li ha sempre preparati con tanto pesto, abbondante parmigiano, un ricordo bellissimo, un sapore unico e inconfondibile che oggi, tutte le volte che li mangio non sono uguali, sempre ottimi ma il sapore e il ricordo son diversi.
Ho voluto condirlo con un pesto che proprio Consuelo ha proposto tempo fa, mi è subito piaciuto, l’ho visto e ho pensato di replicarlo il prima possibile. Credo si abbini perfettamente a questo piatto, le castagne in Lunigiana sono un prodotto tipico, celebre la farina, la pattona un dolce simile al Castagnaccio, qualcuno dice che è un altro nome del Castagnaccio, ci sono varie teorie.
I pomodori secchi si sposano perfettamente con le castagne, non abbondate con l’aglio, rispetto a lei ho aumentato le dosi del pesto.
Buon fine settimana!
 
 
 
Ingredienti:
 
350/400 gr di testaroli
70 gr di castagne bollite
50 gr di pomodori secchi
2 cucchiai di olio evo
1 spicchio di aglio
peperoncino
 
 
1 Preparate il pesto mettendo nel mixer tutti gli ingredienti, a seconda dei gusti potete renderlo più o meno denso aggiungendo olio o meno.
2 Mettete a bollire l’acqua, quando bolle salate e spegnete, buttate i testaroli già tagliati a quadrotti, fate cuocere per circa due minuti, scolateli con un mestolo forato, conditeli in un piatto da portata.

“Con questa ricetta partecipo al contest LaMiaToscana di Ibiscottidellazia in collaborazione con VersiliaFormat”

 

 

You Might Also Like

47 Comments

  • Reply
    consuelo tognetti
    13 febbraio 2015 at 18:55

    Lilli, questo abbinamento mi ha conquistata al 100% 🙂
    Grazie anche x aver reso omaggio ad una mia ricetta 🙂
    Ti inserisco in elenco e ti aspetto x la seconda proposta 🙂
    Buon we <3

    • Reply
      lillinelpaesedellestoviglie
      15 febbraio 2015 at 10:16

      bene sono contenta che ti piaccia, ho qualche idea per una seconda ricetta, vediamo se riesco a organizzarmi, buona domenica!

  • Reply
    Silvia Brisigotti
    13 febbraio 2015 at 19:53

    Ottimi!! Da noi si condiscono con il pesto alla genovese e li conosco bene!! Brava!!
    Buon we!

  • Reply
    andreea manoliu
    13 febbraio 2015 at 19:57

    Non ho mai sentito dei testaroli, ma ispira molto !

  • Reply
    SABRINA RABBIA
    13 febbraio 2015 at 20:19

    non li conosco, ma li proverei volentieri!!!Baci Sabry

  • Reply
    Sara e Laura-PancettaBistrot
    14 febbraio 2015 at 8:02

    Buongiorno Lilli!! anche una di noi ha metà del sangue toscano e quindi come non capire i ricordi legati ai profumi di quella terra??! Questo è un piatto che conquista, deve avere un sapore intenso ma delicato di quelli che faresti il bis! Vogliamo parlare poi dei pomodori secchi?? Vorremmo averne una scorta inesauribile in entrambe le case per usarli in ogni modo!! Buona giornata e un bacione

    • Reply
      lillinelpaesedellestoviglie
      15 febbraio 2015 at 10:19

      anche io ne vorrei una scorta inesauribile, ogni volta che vado o vanno i miei me li faccio prendere e li surgelo o li prendo sottovuoto! ciao bellezze!

  • Reply
    Claudia
    14 febbraio 2015 at 12:52

    Buonissimo questo piatto!! Ci son tanti piatti considerati poveri.. che sono altrettanto gustosi! buon San Valentino! 🙂 smack

  • Reply
    fata confetto
    14 febbraio 2015 at 14:51

    Ciao Lilli,
    io invece il sangue toscano ce l'ho per intero: Pisa e Lucca e poiché mio marito e di Carrara i testaroli mi sono familiari: questo abbinamento deve essere speciale. La pattona ci chiamano la polenta di farina di castagne e la bagnano con il latte, anche in Garfagnana.
    Mi farebbe molto piacere se tu ricambiassi l'iscrizione al mio blog parole di contorno: la reciprocità è l'anima del blog! Grazie:-)
    Fata C

  • Reply
    Polvere di Riso
    14 febbraio 2015 at 15:05

    bellissimo piatto!!! bravissima Lilli :-*

  • Reply
    i Pasticci di Terry
    14 febbraio 2015 at 17:21

    Ottimi, conosco i testaroli perchè ho avuto modo di mangiarli in uno dei miei viaggi in liguria, questo condimento poi, molto sfizioso e particolare. Brava, bella ricetta

  • Reply
    Erica Di Paolo
    15 febbraio 2015 at 8:49

    Castagne e pomodori secchi….. wow!! Tra te e la zietta non so chi sia più fantasiosa ^_^
    Splendido piatto Eli, bravissima!

    • Reply
      lillinelpaesedellestoviglie
      15 febbraio 2015 at 10:26

      ma erica detto da te che siamo fantasiose fa sorridere, tu sei la regina della fantasia! buona domenica.

  • Reply
    António Jesus Batalha
    15 febbraio 2015 at 12:32

    Muito bom o seu blog, estive a percorre-lo li alguma coisa, porque espero voltar mais algumas vezes, deu para perceber a sua dedicação em partilhar o seu saber.
    Se me der a honra de visitar e ler algumas coisas no Peregrino e servo ficarei radiante.
    E se gostar e desejar comente.
    Que Deus vos abençõe e guarde.
    António.
    http://peregrinoeservoantoniobatalha.blogspot.pt/

  • Reply
    letissia
    15 febbraio 2015 at 13:51

    Che gran bella ricetta! Mai visti prima d'ora i testaroli! Grazie per la condivisione e a presto!

  • Reply
    Valentina
    15 febbraio 2015 at 14:44

    Ma lo sai che io ho una vera e propria passione per i pomodori secchi?! Li adoro!!! Questa ricetta mi piace tanto, l'abbinamento con le castagne è favoloso. Complimenti e un abbraccio grande, felice domenica! <3

    • Reply
      lillinelpaesedellestoviglie
      16 febbraio 2015 at 8:44

      anche io un amante dei pomodori secchi infatti ci sono in parecchie ricette sul blog, con la castagne prima volta, ce ne sarà una seconda, un abbraccio anche a te e felice settimana!

  • Reply
    La cucina di Esme
    15 febbraio 2015 at 19:03

    non conosco i testaroli ma questo piatto sembra gustosissimo!
    baci
    Alice

  • Reply
    Francesca P.
    15 febbraio 2015 at 21:26

    Segno sul quaderno della novità questo nome e questa ricetta… 🙂 Sarebbe bello conoscere ogni piatto tipico delle varie regioni, verrebbe un quadro coloratissimo e variegato! Qui la pennellata di rosso ci sta bene, la corposità delle castagne incontra la passione del Sud!

    • Reply
      lillinelpaesedellestoviglie
      16 febbraio 2015 at 8:43

      che bello il quaderno delle novità! si sarebbe bello, verrebbe fuori una storia ricca, interessante, originale!!

  • Reply
    zonzolando
    16 febbraio 2015 at 7:38

    Delizia! Un tripudio di sapori e colori di tutto l'anno, che meraviglia! Bravissima 🙂

  • Reply
    Valentina Spinetti
    16 febbraio 2015 at 10:47

    un vero trionfo di sapore……! che appetito :-))))))) a presto!!!

  • Reply
    accantoalcamino
    16 febbraio 2015 at 12:14

    Ciao, che meraviglia, li adoro: meli aveva fatti conoscere una mia amica di Massa, che correva con me in bicicletta, ogni tanto trascorrevo dei giorni a casa sua e, dopo gli allenamenti (in Garfagnana) li faceva, col pesto. Grazie per avermi riportata indietro nel tempo. Un bacio <3

    • Reply
      lillinelpaesedellestoviglie
      16 febbraio 2015 at 19:21

      anche io di solito li mangio con il pesto ma ho voluto cambiare caspita gareggiavi in bici, che grande!!!! ho letto il tuo post, sempre interessante, bacioni!

  • Reply
    elenuccia
    16 febbraio 2015 at 16:10

    Che di non aver mai assaggiato questi testaroli. Con quel sughetto devono essere proprio gusotsi

  • Reply
    Damiana
    16 febbraio 2015 at 17:20

    La toscana vanta una cucina meravigliosa e questo piatto ne è l'esempio..il sughetto poi sarà davvero saporito!Complimenti!

  • Reply
    LaRicciaInCucina
    16 febbraio 2015 at 18:44

    Lilli, che spettacolo di ricetta!!! I testaroli mi piacciono tantissimo e questo pesto dà loro una marcia in +.
    Un'idea davvero squisita! Brava, stellina 🙂 un bacione

    • Reply
      lillinelpaesedellestoviglie
      16 febbraio 2015 at 19:23

      grazie bellezza, son felice che ti piacciano, li mangio da sempre e cerco sempre di promuoverli, un bacio a te!

  • Reply
    carmencook
    16 febbraio 2015 at 21:01

    Sono stata diverse volte in Toscana ma non li ho mai assaggiati!!!
    Grazie mille per aver postato questa bella ricetta Lilli!!
    Un caro abbraccio e buona settimana
    Carmen

  • Reply
    Beatrice Rossi
    24 febbraio 2015 at 18:35

    Buoni! conosco bene i testaroli anche se li ho fatti sempre al pesto! Questa tua proposta mi piace moltissimo! In bocca al lupo per il contest!

    • Reply
      lillinelpaesedellestoviglie
      25 febbraio 2015 at 8:55

      si di solito anche io con il pesto ma ho voluto sperimentare omaggiando le castagne altro prodotto tipico della lunigiana! grazie mille beatrice, buona giornata!

  • Reply
    Lisa Fregosi
    23 marzo 2015 at 8:42

    Ciao!! arrivo dal contest "la mia Toscana" di Zia Consu…. bellissima questa rivisitazione dei testaroli!!!
    io li adoro e quando vado a trovare i miei vado subito a mangiarli!!!
    Ciao Lisa

  • Leave a Reply

    CONSIGLIA Gli ingredienti illustrati: i mirtilli - Prima parte