All Posts By:

Elisabetta Lecchini

Lievitati

Focaccia zucchine burrata pomodori secchi

focaccia pomodori secchi zucchine e burrata

Focaccia perchè ho tantissimo lievito da usare che a breve scadrà, aggiungi che ancora non è troppo caldo, le giornate consentono di tenere acceso il forno e mangiare un piatto caldo, sono fra coloro che d’estate predilige piatti freddi niente paste fumanti, arrosti, verdure al forno, cottura si ma rapida in padella o verdure grigliate.

Un mix che ho inventato al momento con quello che avevo, zucchine saltate appena una decina di minuti perchè le odio spappolate, mi piace quel giusto equilibrio fra croccante/ben cotto, il resto messo a crudo, per me ottima e credo anche per la famiglia che l’ha gustata.

Vedremo cosa combinerò con il restante lievito, devo approfittare di questi giorni freschini, ora ha appena smesso di piovere per sfornare lievitati che potrei in parte surgelare, se avete qualche idea sono bene accette, ridendo e scherzando siamo già a metà mese, ammetto di essere felice che non sia arrivato il grande caldo, spero non arrivi proprio, un’estate a 28 gradi ci metto la firma.

Il lavoro chiama per cui vi lascio con un’idea semplice semplice se siete alla ricerca di un condimento per la focaccia, buona giornata!

 

focaccia burrata pomodori secchi e zucchine

 

Ingredienti

500 gr di farina manitoba

acqua fredda q.b.

10 gr di lievito di birra

3 cucchiai di olio evo

sale

2 zucchine

10 pomodori secchi

200 gr di burrata

 

focaccia con zucchine burrata e pomodori secchi

1 Preparate l’impasto della focaccia mettendo in una ciotola o su un piano di lavoro la farina, sciogliete il lievito in 100 ml di acqua tiepida, cominciate a versarlo sulla farina e impastate, aggiungete acqua poco alla volta, quando siete a buon punto per ottenere una pasta liscia compatta e omogenea unite l’olio e il sale, coprite e lasciate lievitare almeno tre ore.

2 Lavate le zucchine, togliete le estremità, tagliatele a rondelle mediamente sottili, in una padella antiaderente versate due cucchiai di olio, lasciate scaldare qualche istante poi aggiungete le zucchine, regolate di sale, fate cuocere circa 10/12 minuti mescolandole spesso.

3 Accendete il forno a 200 gradi, ungete con olio e pennello una teglia da forno, stendete la pasta, lasciate riposare 10 minuti, con i polpastrelli delle dita formate i buchini sulla pasta, in un bicchiere mettete due dita d’acqua, due cucchiai di olio e del sale grosso, mescolate e spennellate la focaccia con la salamoia.

4 Infornate, dopo venti minuti aggiungete i pomodori secchi precedentemente tagliati grossolanamente, cuocete altri dieci minuti, spegnete il forno e aggiungete le zucchine, lasciate riposare cinque minuti poi sfornate e distribuite la burrata fresca sulla focaccia, servite.

focaccia con burrata zucchine pomodori secchi

DOLCI

Torta con crema al pistacchio e ciliegie

torta alle ciliegie e crema al pistacchio

Avevo in mente una decorazione bellissima, me l’ero immaginata più volte, poi arriva la figlia di amici con sua mamma da me e ci tiene a decorarla lei, che fai? come può dirle di no?

Ed ecco che la decorazione diventa semplice semplice con dei cuori irregolari di pistacchi tritati, piccole meringhette e delle ciliegie che quasi affondano, mettiamola così bella non è entusiasmante ma lei si è divertita tanto e la torta è buonissima.

Oggi sono super di corsa per cui non mi perdo in chiacchiere, provate questa torta, se amate i pistacchi vi conquisterà all’istante!

 

torta al pistacchio e ciliegie

 

Ingredienti:

per la frolla

220 gr di farina

75 gr di zucchero

1 uovo e 1 tuorlo

125 gr di burro freddo

per la crema:

200 gr di crema al pistacchio

6 tuorli

250 gr di zucchero

900 ml di latte

70 gr di amido di mais

ciliegie

per decorare quel che volete io pistacchi tritati, ciliegie e mini meringhe

 

torta alla crema al pistacchio e ciliegie

 

1 Preparate la frolla lavorando insieme tutti gli ingredienti fino a che avrete una pasta compatta, omogenea, mettete mezzora in frigorifero.

2 Per la crema sbattete i tuorli con lo zucchero fino a farla diventare spumosi, unite poco alla volta l’amido di mais e 100 ml di latte, amalgamate.

3 Mettete a scaldare gli 800 ml di latte, nel mentre diluite la crema al pistacchio nel composto di uova, se necessario aiutatevi con il latte.

4 Unite il latte caldo e cuocete a fuoco medio mescolando per circa una decina di minuti, lasciate raffreddare completamente.

5 Accendete il forno a 180 gradi, mentre si scalda imburrate uno stampo a cerniera, stendete con le mani la frolla, livellate bene i bordi, coprite con la carta forno e mettete dei fagioli secchi, cuocete per 15 minuti, togliete la carta forno/fagioli e cuocete altri 10 minuti, sfornate e lasciate raffreddare.

6 Una volta fredde entrambe, frolla e crema, riempite la frolla la crema e decorate come volete.

NOTE io dentro alla crema ho messo anche qualche ciliegia oltre quelle per decorare, vedete voi se vi piacciono o meno.

carne/ Lievitati/ verdure

Mini cheese burger con verdure

mini panini con formaggio e verdure

Un’idea nata un po’ per caso, in surgelatore ho parecchi panini che avevo preparato per un catering saltato, avevo grigliato peperoni e melanzane e qualcosa era avanzato, due patate piccole da smaltire e subito ho pensato a dei mini burger che ammetto ho comprato.

Idea veloce, buona, svuota frigo, potete utilizzare le verdure che preferite, salse, classiche come senape,Ketchup, tartara ma anche farle voi di avocado, il pesto, allo yogurt, maionese homemade, la vera differenza secondo me è il panino fatto in casa.

Cambia tutto davvero, si sente che non è quello pronto del supermercato per hamburger, ha una fragranza diversa, è soffice, profumato, dovete provare questi panini che io ormai faccio molto spesso e sono di Simona del blog Tavolartegusto, se non la conoscete è una leggenda nel mondo delle food blogger.

Vi auguro un felice week end io lavoro e spero non faccia troppo caldo!

 

mini cheese burger con verdure

 

Ingredienti:

per otto panini

8 panini (per la ricetta qui)

4 fette di melanzana grigliata

mezzo peperone grigliato

8 fette di formaggio (meglio quelli già a fette)

8 mini burger

senape

sale

 

mini cheese burger con peperoni e melanzane

 

1 Preparate tutti gli ingredienti in modo da averli a portata di mano subito, mettete a scaldare una padella antiaderente per qualche istante poi cuocete i burger, devono colorirsi bene da un lato prima di essere girati dall’altra parte, in tutti ci vorranno almeno sei minuti, regolate di sale.

2 Mentre la carne cuoce mettete un attimo in forno, due minuti non di più il pane, il forno dovete ricordarvi di accenderlo prima, una volta scaldati i panini, apriteli e farciteli con le verdure distribuite come volete sul pane e la senape o altra salsa.

3 Quando manca circa un minuto alla cottura distribuite le fette di formaggio sui mini burger, vedrete che si sciolgono rapidamente, toglietele e mettete un burger con formaggio su ogni panino, chiudeteli, premete leggermente perchè gli ingredienti si compattino e mangiate caldi.

DOLCI

Palline al cocco

palline al cocco

Sarò di poche parole perchè come già detto qua o sui social, non ricordo, ho un fastidio alla schiena per cui se sto seduta sento male, motivo per cui cerco di starci il meno possibile e alzarmi spesso.

Non c’è molto da dire su questi biscotti o palline chiamateli come preferite, se amate il cocco vi rapiranno solo a guardarli, pochi ingredienti, dieci minuti scarsi per realizzarli, cottura altrettanto rapida e poi sono pronti per essere gustati.

Io e il cocco un rapporto un po’ strambo, per esempio  amo il latte di cocco nella carne, nelle zuppe, con il pesce, meno da bere, il cocco da mangiare come frutto non mi dice nulla, rapè come in questi biscotti lo trovo troppo dolce, insomma dipende molto dalla preparazione.

Qua giornata incerta, potrebbe piovere come uscire il ssole, stanotte temporale, stiamo a vedere, intanto buona giornata!

biscotti al cocco

Ingredienti:

150 gr di zucchero

40 gr di farina

230 gr di cocco rapè (farina di cocco)

3 uova

zucchero a velo

 

palline cocco e zucchero a velo

 

1 Mettete in una ciotola le uova, unite il cocco rapè, amalgamate.

2 Unite la farina e lo zucchero, amalgamate, con le mani più semplice.

3 Accendete il forno a 180 gradi, mentre si scalda formate delle palline grandi come una noce, la consistenza deve essere bella compatta.

4 Distribuite le palline su una teglia coperta di carta forno, infornate per circa 12/15 minuti, sfornate, lasciate raffreddare.

5 Mettete in un piatto dello zucchero a velo fateci rotolare le palline, sono pronte per l’assaggio.

Primi

Spaghetti aglio olio peperoncino acciughe pane

spaghetti olio aglio peperoncino pane acciughe

Ammetto di aver fatto le foto in 4 secondi per non mangiare il piatto freddo!

Quei piatti che forse chiamare così è anche troppo, la classica pasta che si fa all’ultimo momento, quando arrivano amici all’improvviso, quando la dispensa piange, quando si ha fretta di ingurgitare qualcosa senza dover aspettare troppo, quando si fanno due spaghetti a mezzanotte.

Buoni, economici, veloci, saporiti, a volte va proprio detto e sottolineato il lusso della semplicità!

Ho mal di schiena per cui fatico a stare seduta, motivo  per cui vi saluto e vi auguro un felice week end, qua fa caldo e splende il sole!

spaghetti aglio olio peperoncino pane e acciughe

Ingredienti:

per due persone

200 gr di spaghetti

2 spicchi di aglio

3 peperoncini secchi o freschi

4 cucchiai di olio evo

2 cucchiai di pangrattato

5 filetti di acciughe

 

spaghetti acciughe pane olio peperoncino aglio

 

1 Mettete a bollire l’acqua, quando bolle salate e aggiungete gli spaghetti, cuocete secondo istruzioni.

2 Nel mentre mettete a scaldare l’olio, pulite e tagliate a rondelle o tritate l’aglio, mettetelo in padella con il peperoncino lasciate dorare, dorare non bruciare, aggiungete il pane e le acciughe, dopo qualche minuto scolate la pasta e saltatela nel condimento fino a che si è ben insaporita, spegnete e servite.

Senza categoria

Cous cous con ceci zucchine e fiori di zucca

cous cous con zucchine fiori di zucca e ceci

Inizia la stagione dei piatti veloci, semplici, economici, con tante verdure, cotture veloci, piatti unici, li adoro, non la pasta fredda che il più delle volte non mi entusiasma ma cous cous, orzo, farro, fregola, ecc….con verdure, pesce, carne, legumi, un po’ di spezie o erbe fresche sono grandi piatti.

Sono quei piatti che prepari con qualsiasi cosa, il fondo di un formaggio, del pesto, un pezzetto di prosciutto, verdure cotte o crude, con basilico o erba cipollina, ceci o cannellini, basta aprire la dispensa e il frigorifero e in pochi minuti è pronto e sazia, ecco questo è fondamentale soprattutto quando fa caldo, impensabile mangiare primo e secondo e talvolta un’insalata al volo anche con due cose dentro non ti toglie la fame.

Inoltre io sono una fan delle verdure estive, buona la zucca, i broccoli, i porri, le coste, cipolle ecc…ma vuoi mettere peperoni, melanzane, zucchine, fagiolini, cetrioli, pomodori, tanto basilico, li vorrei tutto l’anno, idem tanto basilico, ciliege, melone, pesche, albicocche, a me le mele e le arance dopo un mese mi stufano.

Temo di aver già scritto le stesse cose negli anni per cui mi fermo, buon martedì 22 maggio (si già finito quasi maggio).

cous cous con ceci zucchine e fiori di zucca

 

Ingredienti:

per due persone (ma potete variare le quantità a piacere senza problemi)

160 gr di cous cous

4 zucchine medio/piccole

una decina di fiori di zucca grandi

120 gr di ceci freschi o in scatola

2 cucchiai di olio

cous cous con fiori di zucca ceci e zucchine

1 Preparate il cous cous secondo istruzioni, di solito il doppio dell’acqua rispetto alla quantità di cous cous, lasciatelo intiepidire.

2 Lavate le zucchine, togliete le estremità, affettatele a rondelle di medio spessore, in una padella antiaderente scaldate l’olio, dopo qualche istante unite le zucchine, cuocete per circa sette otto minuti.

3 Lavate e pulite i fiori, superati i sette otto minuti di cottura delle zucchine unite i fiori, cuocete altri due tre minuti, le zucchine devono restare croccanti, unite anche i ceci, regolate di sale e pepe.

4 Presentate il cous cous come preferite, io con un coppapasta lasciando la posa circa 5 minuti, altrimenti in un piatto condendo tutto insieme, in un altro stampo.

DOLCI

Tiramisu alle nespole

tiramisu con le meringhe e nespole

Avete davanti, o meglio davanti al monitor, una che odia il tiramisu!

Odio con tutto il cuore il caffè, l’odore mi disgusta, mi nausea, entrare in un bar alle otto del mattino è una tortura, non sopporto l’olezzo che rimane nella tazzina abbandonata sui tavoli, insomma non lo sopporto, ovvio che quindi non amo il classico tiramisu.

Per me solo versioni alternative, di solito con frutta ma ho provato anche cocco e cioccolato o con altre creme, tutto uguale ma la bagna invece che caffè succo o spremuta e dentro tanta frutta, ora che viene caldo -forse….dovrebbe- ideale con la frutta.

Le nespole sono di stagione, sono buone, dolci ma non troppo, le mangio poco, forse anche perchè sono presenti per poco ma quando le trovo eccole, volevo anche proporvi qualcosa di diverso dal solito, un dolcetto in vista del week end non può mancare e per chi ha sensi di colpa in vista della prova costume, si tratta di un bicchierino piccolo!

Buon week end!

 

tiramisu alle nespole

Ingredienti:

per circa sette bicchierini

4 uova freschissime a temperatura ambiente

500 gr di mascarpone

150 gr di zucchero

una decina di savoiardi

il succo di due arance

4 nespole

meringhe mini per decorare

 

tiramisu con frutta alle nespole

 

1 Separate i tuorli dagli albumi.

2 Montate i tuorli con lo zucchero per circa cinque minuti, devono raddoppiare il volume.

3 Montate a neve fermissima gli albumi.

4 Unite il mascarpone ai tuorli, montate con le fruste per due, tre minuti.

5 Unite delicatamente gli albumi al composto di uova, utilizzate una spatola e incorporate dal basso verso l’alto.

6 Spremete il succo di due arance in un piatto, sbucciate due nespole e tagliatele a pezzetti.

7 Immergete per qualche secondo i biscotti nel succo, un paio alla volta, spezzettateli e metteteli sul fondo dei bicchierini, coprite con un cucchiaio di nespole, coprite con la crema, mettete in frigorifero per un paio di ore.

8 Prima di servire tagliate altre due nespole a pezzetti disponeteli sulla superficie dei bicchierini, decorate con le meringhe mini.

 

tiramisu con le nespole e meringhe

Primi

Testaroli al pesto di agretti pomodori secchi e pinoli

testaroli con pomodori secchi pesto di agretti e pinoli

I testaroli sono un piatto che amo, un piatto tipico della Lunigiana, alta Toscana, sono cresciuta mangiandoli, la mia nonna li preparava spesso con tanto pesto e parmigiano come vuole la tradizione, negli anni ho sperimentato vari sughi.

E’ un tipo di pasta porosa, solo acqua e farina, una pastella cotta nei testi di ghisa, un impasto che cotto diviene poroso per cui assorbe bene il sugo, si intinge che è una meraviglia, motivo per cui tutti i tipi di pesto o ragu, in generale sughi cremosi o tendenti al liquido sono perfetti per condirli.

Oggi una Milano che non si intuisce, cielo che vedo dalla finestra grigio ma potrebbe uscire il sole come mettersi a piovere, del resto sono giorni che il tempo è ballerino, fa un po’ caldo e un po’ freddo, niente nuvole e nuvoloni neri, infradito e maglioncino, ombrello e maniche corte.

Da voi come è il tempo? Che fate? Buon martedì.

Ingredienti:

per due persone

180 gr di testaroli (se lo avete intero tagliatelo a rettangoli di 3×6 cm)

140 gr di agretti lessati

1 spicchio di aglio

olio evo q.b.

1 cucchiaio di parmigiano

4 pomodori secchi sott’olio

1 cucchiaio di pinoli

parmigiano grattugiato a piacere

 

testaroli con pinoli pomodori secchi e pesto di agretti

 

1 Preparate il pesto frullando gli agretti ben strizzati con il parmigiano, l’aglio, un pizzico di sale e l’olio aggiunto a filo, dovrete ottenere un composto omogeneo e mediamente denso.

2 Mettete a bollire l’acqua come per la pasta nel mentre tagliate grossolanamente i pomodori a pezzetti.

3 Cuocete i testaroli per tre minuti al massimo da quando l’acqua bolle, salatela, spegnete e lasciateli in acqua, state attenti ai tempi perchè se li lasciate troppo si spappolano.

4 Conditeli con il pesto, i pomodori, i pinoli e una spolverata di parmigiano.

DOLCI

Bundt cake ricotta pere e cioccolato

bundt cake cioccolato ricotta pere

Questo è uno di quei post difficili, molto difficili, vorresti dire tante cose, dirle bene, senza emozionarti ma come si fa….e allora scrivi, come viene viene senza pensare a una scaletta, a cosa dire e cosa non sai dire bene.

Una ricetta speciale e stavolta non perchè è al cioccolato (anche) che sapete essere per me sacro, speciale perchè appartiene a un libro che è un piccolo capolavoro, uno scrigno di bellezza, poesia, atmosfera, un concentrato di casa, profumi, colori, sapori, dettagli.

La ricetta la trovate sul libro Pancetta Bistrot – ricette per tutte le ore, acquistarlo non è un consiglio è un obbligo perchè parliamo di pagine splendide, genuine, autentiche, non solo per le ricette belle, varie, caserecce o più particolari, grandi classici o sfiziosità, è tutto il libro a essere fantastico.

Ho il privilegio, l’onore, il piacere immenso di conoscere le autrici, di poter dire che sono mie amiche, proprio per questo posso dirvi che è un gioiello, molto più di un libro di ricette, è un entrare nel loro mondo fatto di bellezza, dettagli curati, oggetti del cuore, luoghi magici.

Sono i dettagli che catturano, una luce che illumina in un certo modo una parete con un vaso di fiori come sfondo, un campo di grano immortalato con i colori caldi che solo il tramonto sa regalare, una parete scrostata che non fa pensare al degrado, all’incuria ma alla storia che porta con se’, a cosa si nasconde dietro ai ciottoli.

Sono i fiori che non mancano mai che si tratti di tenerli in mano come un mazzo ricevuto in regalo o ad abbellire un tavolo, un vaso, un cesto, un libro che racconta una storia importante, un pontile sul lago che fa subito gita, relax, spensieratezza.

Il profumo e il gesto unico delle tagliatelle fatte in casa, una vetrata che è uno sguardo verso l’orizzonte, la natura elemento che io amo sempre e comunque, da loro immortalata in giardino, nei colori caldi dell’autunno, nei frutti raccolti dall’albero, le balle di fieno, le spighe di grano.

Potrei andare avanti ore…..sapete qual è la vera bellezza di questo libro? Il suo essere speciale? La sua semplicità, spesso le cose semplici sono quelle che regalano calore, profumo di casa, senso di appartenenza, poesia, accoglienza, la vera bellezza è sentirsi vicini, accanto, se fosse così bello da intimorire, sembrare irraggiungibile, sembrare un mondo a parte, si sarebbe bello ma meno autentico.

 

bundt cake pere cioccolato e ricotta

 

Ingredienti:

320 gr di pere già pulite

200 gr di farina

180 gr di ricotta mista fresca

150 gr di zucchero di canna chiaro

65 gr di burro fuso

40 ml di latte

40 gr di gocce di cioccolato

9 gr di lievito per dolci

2 uova

1/2 limone

150 gr di cioccolato gianduia

 

bundt cake ricotta pere e cioccolato

 

1 Tagliate a tocchetti le pere già pulite, mettetele in una ciotola e irroratele con il succo di limone e un paio di  cucchiai di zucchero presi dal totale.

2 Nella planetaria o in una ciotola con uno sbattitore montate le uova con lo zucchero fino a ottenere un composto spumoso, dovete duplicare il volume.

3 In un’altra ciotola setacciate la farina con il lievito.

4 Ammorbidite la ricotta con un cucchiaio e unitela al composto di uova poco alla volta, una volta amalgamata inserite la farina poco alla volta.

5 Unite poi il latte, il burro fuso non caldo, amalgamate e unite le gocce di cioccolato, mescolate e poi aggiungete le pere, amalgamate.

6 Imburrate e infarinate uno stampo, versate il composto, infornate in forno già caldo a 180 gradi per circa 40 minuti, verificate che sia ben cotto con lo stuzzicadenti, sfornate e lasciate raffreddare.

7 Adagiate il dolce su un piatto da portata sfornandolo delicatamente, ricopritelo con il cioccolato fuso.

 

ciambella ricotta pere e cioccolato

contorni/ Uova

Crocchette con uova sode

crocchette con uova sode patate e tonno

Un piatto speciale! Semplice ma di quelli che ti riempiono, che si preparano con l’acquolina in bocca, che mi ricordano l’infanzia dove tonno patate e uova erano quegli alimenti che per me erano il top, per anni ho sostenuto che il mio cibo preferito fosse il tonno.

E poi diciamocelo ma quanto è bello avvolgere l’uovo con l’impasto, far aderire bene il composto, compattarlo? A me inoltre friggere piace, tante persone detestano l’odore, l’olio che schizza, doverlo smaltire ecc…a me non fa ne’ caldo ne’ freddo, friggerei tutti i giorni.

Mentre mi leggete sarò a Cibus una grossa fiera dell’agroalimentare dove sono presenti oltre tremila azienda nazionali e internazionali, una sorta di paradiso terrestre dove curiosare, assaggiare, chiedere, ascoltare storie, conoscere aziende, assistere a show cooking, respirare le novità, vi racconterò!

 

crocchette con uova sode

 

Ingredienti:

4 uova sode

2 patate medie

1 porro medio

250 gr di tonno

farina q.b.

pangrattato q.b.

2 uova

sale

peperoncino

olio per friggere

 

crocchette con uova sode e patate

 

1 Lessate le patate e fatele raffreddare.

2 Pulite e affettate finemente il porro.

3 Sgocciolate bene il tonno.

4 Prendete una ciotola mettete le patate, il porro, il tonno, il sale e il peperoncino amalgamate fino a ottenere un composto omogeneo.

5 Avvolgete il composto attorno all’uovo facendolo aderire bene, compattandolo attorno.

6 In un piatto disponete il pangrattato, in un altro la farina, in un terzo due uova sbattute.

7 Mettete a scaldare l’olio in una padella antiaderente, nel mentre passate rapidamente le crocchette nella farina poi nelle uova e infine nel pangrattato, fate cuocere per circa cinque minuti girandole di tanto in tanto, la crosticina si formerà subito, scolate su un foglio di carta assorbente, servite calde.

CONSIGLIA Insalata fredda di orzo