Browsing Category

contorni

contorni/ verdure

Tortino acciughe pomodori e mozzarella

tortino mozzarella acciughe pomodori

Una ricetta super veloce e facile tratta dal libro delle mie mitiche amiche Pancetta Bistrot, quando lo vidi subito pensai di rifarlo essendo totalmente nelle mie corde ed essendo una ricetta davvero semplice da preparare, dieci minuti scarsi, aspetto molto rilevante in estate quando fa caldo e la voglia di stare in cucina viene meno ma non la fame.

Ve lo consiglio vivamente, a casa è andato a ruba, pronto per cena, ne è rimasto molto meno della metà e a mangiarlo sono stati solo i miei genitori…per la serie non gli è piaciuto per niente!

Sole pieno dopo giorni un po’ opachi, motivo per cui corro a mettermi il costume e uscire in giardino per godermi la giornata, buon venerdì ma soprattutto buon ultimo giorno di lavoro per chi è in partenza.

 

tortino pomodori acciughe e mozzarella

Ingredienti:

teglia da 22 cm

200 ml di latte

180 gr di mozzarella

140 gr di farina

15 pomodorini pachino

3 cucchiai di parmigiano grattugiato

2 uova

1 cucchiaio di olio evo

1 mazzetto di basilico

10 filetti di acciughe

sale

 

tortino di acciughe pomodori e mozzarella

 

1 In una ciotola sbattete le uova con la farina, il parmigiano, l’olio e il latte aggiunto poco alla volta, regolate di sale.

2 Lavate e asciugate i pomodori, disponeteli su una teglia coperta da carta forno, tagliati a metà, tagliate la mozzarella a pezzetti e mettetela sempre sulla superficie della teglia.

3 Accendete il forno a 180 gradi, unite le foglie di basilico lavate e asciugate, tenete da parte qualcuna per decorare, mescolate, versate il composto sui pomodori e la mozzarella.

4 Infornate per 20 minuti dopo unite i filetti di acciuga e cuocete per altri 25 minuti, sfornate e lasciate intiepidire.

tortino mozzarella pomodori e acciughe

Antipasti/ contorni/ Creme/ verdure

Crema di pomodori e stracciatella

crema con pomodori stracciatella e basilico

Ricetta veloce e buonissima, preparata ieri per cena ha conquistato tutti, mi sono ispirata a una rivista che però prevedeva molti più passaggi, per esempio sbollentare i pomodori, togliere la buccia, io ho lasciato tutto, anche la cottura del pomodoro l’ho fatta a modo mio.

Carino come antipasto, ottimo come piatto unico se ci aggiungete crostini, altre verdure, formaggi, qualcosa che dia sostanza perchè da sola pur essendoci la panna non vi sazierebbe, si conserva bene per diversi giorni, la riponete in un contenitore ermetico e quando avete voglia ne mangiate un pochino.

Tornata a Milano già rimpiango la montagna, fa caldo anche se non caldissimo, io e la città d’estate proprio non ci troviamo, la guardo e la vedo orribile, stanca, arrancante, con la gente che si trascina e non vede l’ora di fuggire, staccare, la natura, se a Milano si può parlare di natura, sciupata, gli alberi giallognoli, marroncini, un colore indefinito, l’erba secca, brutta e a volte anche sporca.

No non fa per me, estate uguale via da Milano se no è solo sofferenza.

 

crema con pomodorini e stracciatella

 

Ingredienti:

per 5-6 persone

1 kg di pomodori San Marzano

1 mazzo di cipollotti

olio evo

200 ml di panna fresca

200 gr di stracciatella

sale

basilico

 

crema di pomodori e stracciatella

 

1 Lavate i pomodori e tagliateli a pezzetti grossolanamente.

2 Pulite e tagliate i cipollotti grossolanamente, in un’ampia padella fate scaldare qualche cucchiaio di olio, aggiungete i cipollotti e i pomodori, regolate di sale, mescolate e lasciate cuocere circa per venti minuti, fiamma media, se vi sembra che si stiano attaccando aggiungete un po’ d’acqua. Spegnete e lasciate intiepidire.

3 Aggiungete la panna e frullate con il minipimer o in un frullatore, mettete nei bicchierini e riponete in frigorifero almeno un’ora.

4 Prima di servire distribuite in ogni bicchiere la stracciatella e il basilico.

carne/ contorni/ Senza categoria

Dadolata di pollo con pesche e spezie

dadolata di pollo con spezie e pesche

Avrete capito che io adoro questo genere di piatto, l’etnico, l’esotico, l’agrodolce, lo speziato, il mix dolce salato, sapori apparentemente strani, particolari, insoliti di solito mi intrigano e voglio provare subito.

Per me questo è un grande piatto che mi è piaciuto tanto, tutte le spezie insieme con l’arancia, l’aceto, il succo delle pesche e lo zucchero formano una crema densa perfettamente equilibrata dove non spicca o prevale un sapore su un altro, la consistenza è perfetta, il pollo passato nella farina non c’è neanche da dire che è divino.

Venerdì di sole, di caldo, temo stia arrivando e infatti sto organizzando la fuga, per ora è andata benone, serate fresche, notti quasi da copertina, giornate calde ma niente di esagerato, eccessivo, l’estate perfetta, vediamo che succede intanto giugno è finito.

Un giugno in cui si è sposata mia sorella, ho rivisto tante persone che non vedevo da secoli, ho assaggiato le pizze di un nuovo locale, sono stata alla festa dei centocinquanta anni di Tabasco, ho letto un paio di libri, ho sfornato ricette come se non ci fosse un domani, è stato qua mio fratello dieci giorni, sono tornata in un ristorante che boccio e un altro nuovo che promuovo ma le porzioni sono piccole, ho fatto due tre acquisti interessanti, ho dormito troppo poco, ho visto il 90% dei miei amici, miracolo.

Se vi va raccontatemi il vostro giugno intanto buon week end!lce, il mix frutta/dolce con il salato, lo speziato, sono una che si butta, quando vedo una ricetta che mi intriga anche se apparentemente strana, particolare, insolita, la provo.

 

dadolata di pollo con pesche e spezie

Ingredienti:

800 gr di petto di pollo

farina q.b.

sale

4 cucchiai di olio di arachidi

1 kg di pesche gialle

150 ml di succo di arancia

4 cucchiai di zucchero di canna

2-3 cucchiai di aceto

20 gr zenzero fresco

1/2 cucchiaino peperoncino

1/2 cucchiaino cannella

1/2 cucchiaino cardamomo

mezzo cucchiaio di chiodi di garofano

1 Preparate la salsa lavando le pesche, la buccia potete anche tenerla, tagliatele a pezzetti grossolanamente.

2 In una padella antiaderente mettete tutti gli ingredienti per la salsa, accendete a fuoco medio e lasciate cuocere circa 15/20 minuti mescolando di tanto in tanto, deve rapprendersi ma attenzione che si attacchi.

3 Tagliate il pollo a dadini, passatelo nella farina e cuocetelo nell’olio caldo per 6/7  minuti, regolate di sale, deve risultare dorato, servite subito caldo insieme alla salsa.

NOTE peperoncino va bene sia fresco che in polvere, la cannella se volete anche la stecca, aceto bianco no balsamico o mele, cardamomo meglio in polvere.

 

pollo con pesche e spezie

Antipasti/ contorni/ verdure

Tortino con fiori di zucca ricotta e pomodori secchi

tortino con fiori di zucca pomodori secchi e ricotta

Idea presa da una rivista con qualche modifica, per me una ricetta perfetta, equilibrata, ha tutto, la parte leggermente amarognola con i fiori di zucca, la delicatezza della ricotta, la sapidità delle acciughe e il sapore deciso ma non eccessivo dei pomodori secchi.

Tradotto potrei mangiarne mille, sono anche piccoletti, uno tira l’altro se amate il genere, piatto estivo, buono a temperatura ambiente, un’idea carina, diversa dal solito, dal costo ridicolo e dieci minuti per prepararlo, se avete una cena pensateci ma anche un pic nic, una grigliata, una cena in terrazza.

Giornate fantastiche, fresche, al sole caldo ma senza esagerare, arietta fresca, ammetto che a un certo punto ho sentito quasi freddo, firmiamo per un’estate così? Io subito, siete tutti alle prese con l’organizzazione delle vacanze? Siete già partiti? Raccontatemi che fate.

 

tortino con pomodori secchi ricotta e fiori di zucca

 

Ingredienti:

per 4 tortini

250 gr di ricotta

1 uovo

50 gr di parmigiano grattugiato

6 pomodori secchi sott’olio

7 filetti di acciuga

8 fiori di zucca grandi

tortino di fiori di zucca ricotta e pomodori secchi

1 Lavate delicatamente i fiori e togliete il pistillo, apriteli a fiore e disponeteli su uno stampo da muffin imburrato (io ho usato l’olio), lasciate che i fiori sbordino.

2 In una ciotola sbattete la ricotta con l’uovo e il parmigiano.

3 Sgocciolate i pomodori e tagliate a pezzetti, tagliate anche le acciughe, uniteli al composto, mescolate.

4 Farcite i tortini, con i fiori che sbordano coprite la superficie del tortino, infornate in forno caldo a 180 gradi per 25 minuti.

contorni/ Uova

Crocchette con uova sode

crocchette con uova sode patate e tonno

Un piatto speciale! Semplice ma di quelli che ti riempiono, che si preparano con l’acquolina in bocca, che mi ricordano l’infanzia dove tonno patate e uova erano quegli alimenti che per me erano il top, per anni ho sostenuto che il mio cibo preferito fosse il tonno.

E poi diciamocelo ma quanto è bello avvolgere l’uovo con l’impasto, far aderire bene il composto, compattarlo? A me inoltre friggere piace, tante persone detestano l’odore, l’olio che schizza, doverlo smaltire ecc…a me non fa ne’ caldo ne’ freddo, friggerei tutti i giorni.

Mentre mi leggete sarò a Cibus una grossa fiera dell’agroalimentare dove sono presenti oltre tremila azienda nazionali e internazionali, una sorta di paradiso terrestre dove curiosare, assaggiare, chiedere, ascoltare storie, conoscere aziende, assistere a show cooking, respirare le novità, vi racconterò!

 

crocchette con uova sode

 

Ingredienti:

4 uova sode

2 patate medie

1 porro medio

250 gr di tonno

farina q.b.

pangrattato q.b.

2 uova

sale

peperoncino

olio per friggere

 

crocchette con uova sode e patate

 

1 Lessate le patate e fatele raffreddare.

2 Pulite e affettate finemente il porro.

3 Sgocciolate bene il tonno.

4 Prendete una ciotola mettete le patate, il porro, il tonno, il sale e il peperoncino amalgamate fino a ottenere un composto omogeneo.

5 Avvolgete il composto attorno all’uovo facendolo aderire bene, compattandolo attorno.

6 In un piatto disponete il pangrattato, in un altro la farina, in un terzo due uova sbattute.

7 Mettete a scaldare l’olio in una padella antiaderente, nel mentre passate rapidamente le crocchette nella farina poi nelle uova e infine nel pangrattato, fate cuocere per circa cinque minuti girandole di tanto in tanto, la crosticina si formerà subito, scolate su un foglio di carta assorbente, servite calde.

contorni/ verdure

Torta gli agretti ricotta e speck

torta alla ricotta agretti e speck

Che io non sia una grande amante delle torte salate è risaputo, o meglio le amo se sono buone (grazie….) ma ne ho mangiate talmente tante anonime, con pessima pasta, cruda o umidissima, ripieni senza sapore, improbabili, mollicci e altro che ormai quando  ne vedo una la guardo sempre con sospetto e raramente la prendo.

La torta salata è quella “cosa” che apparentemente sanno fanno tutti, anche le mie amiche, le più non sono ne’appassionate ne’ assi in cucina, una torta salata la fanno, un bel rotolo pronto, dentro qualche verdura mischiata con uova, formaggio, quel che c’è in frigo e via.

La trovi sempre a un buffet, un pic nic, una cena informale di quelle che vedono di tutto e di più sul tavolo, quando si dice facciamo una cena e ognuno porta qualcosa la torta salata va alla grande, ecco sarò snob, sarò difficile, tutto quello che volete ma ne ho mangiate troppe veramente anonime.

Infatti se guardate qua non ne trovate molto perchè “sono traumatizzata”, questa nasce per caso, volevo utilizzare gli agretti che mi piacciono e sono di stagione, avevo della sfoglia avanzata in surgelatore (ho preparato qualche settimana fa milioni di pizzette e tutti i ritagli di sfoglia li ho messi insieme ed ecco la base dalla torta), ricotta e parmigiano da finire ed ecco la torta che mio papà e mia sorella si sono fatti fuori metà in dieci minuti!

 

torta speck agretti e ricotta

 

Ingredienti:

300 gr di pasta sfoglia

un mazzo di agretti (circa 250 gr)

125 gr di  ricotta

100 ml di latte

2 uova

100 gr di speck

70 gr di parmigiano grattugiato

sale e pepe

 

torta salata ricotta speck agretti

 

1 Stendete la sfoglia in una tortiera o imburrata o con carta forno.

2 Lavate molto bene gli agretti e lessateli o cuocete al vapore, per circa 15 minuti.

3 Una volta intiepiditi disponeteli sulla superficie della torta.

4 In una ciotola sbattete le uova con la ricotta, il latte e il parmigiano, regolate di sale e pepe.

5 In un pentolino senza aggiungere olio cuocete per circa 3-4 minuti lo speck, deve risultare croccante, scolatelo e unitelo al composto di uova, amalgamate.

6 Versate il composto sugli agretti, fate in modo che sia ben distribuito, infornate in forno già caldo a 180 gradi, cuocete per circa 35 minuti, sfornate, aspettate almeno 15 minuti prima di servire.

 

torta salata con agretti speck e ricotta

contorni/ verdure

Strudel con asparagi bacon e scamorza

strudel con asparagi bacon e scamorza

Buongiorno, oggi a Milano giornata di quelle che non si capisce, uscirà il sole? pioverà? si riempirà di nuvole che già ci sono e anche un po’ di arietta, vedremo tanto comunque sono già uscita e non metto più piede fuori di casa per cui che sia quel che sia.

Gli asparagi, un altro di quei cibi con cui ho un rapporto strano, a volte mi piacciono, a volte no, da soli conditi con filo d’olio non fanno proprio per me, passati tipo minestra neanche e mi ricordano quando ero scout e si mangiavano le zuppe Knorr liofilizzate, brividi.

Mi piacciono con le uova, nella pasta se tagliati fini, così come nei muffin, in uno sformato o come in questo strudel dove sono avvolti nel bacon, qualcuno dirà come potrebbero non piacerti con la pancetta? Vero.

Comunque sia ricetta super veloce, diciamo pure svuota frigo, gli asparagi li ho presi ad hoc ma il resto era già cominciato e da finire, solo qualche fetta di bacon, un pezzettino di scamorza, anche la sfoglia era aperta, personalizzate come preferite.

strudel con scamorza bacon e asparagi

Ingredienti:

1 rotolo di pasta sfoglia

mezzo mazzo di asparagi verdi

6-7 fette di bacon

50 gr di scamorza affumicata

semi di sesamo

strudel con bacon scamorza asparagi

1 Srotolate un po’ prima la sfoglia nel mentre lessate gli asparagi, io li ho cotti un quarto d’ora, togliendo la parte sotto più dura da quando l’acqua bolliva.

2 Una volta intiepiditi avvolgeteli nella pancetta, non c’era pancetta per tutti ma nell’insieme non cambia nulla.

3 Tagliate la scamorza a dadini.

4 Accendete il forno a 180 gradi, distribuite gli asparagi pancettati sulla sfoglia insieme alla scamorza, lasciate spazio sui bordi per chiudere, avvolgete la pasta su stessa dandole la forma dello strudel, chiudete bene i bordi premendo con le dita, spolverate la superficie con i semi di sesamo, infornate per trenta minuti, sfornate e servite subito o quando preferite.

Antipasti/ contorni

Mozzarella in carrozza

mozzarella farcita in carrozza

Piatto ricco mi ci ficco, e che piatto, del resto il fritto piace sempre e questo è veramente strepitoso, sfizioso, un classicone che non può non piacere, io con le acciughe dentro!

Idea nata all’ultimo minuto, avevo della mozzarella per pizza da finire, poca per un’altra pizza, giusto qualche fetta, le acciughe non mancano mai, del pancarrè preso per sbaglio, non mi entusiasma, è stato un attimo per pensare di preparare questa prelibatezza.

Peraltro ci vuole davvero un attimo, dieci minuti ed sono pronti, costa poco, cuoce tre minuti, tenetelo a mente se non avete voglia di pasti elaborati, se avete gente, se volete un fritto rapido rapido senza pastelle, lievito o altro.

Siamo a venerdì, a me aspetta un week end di gran lavoro per cui scappo, ci aggiorniamo settimana prossima sperando di arrivarci viva.

 

mozzarella fritta in carrozza

Ingredienti:

6 fette di pancarrè

2 uova

50 gr di farina

50 gr di pangrattato

olio per friggere

6 fette di mozzarella

6 filetti di acciuga

 

mozzarella in carrozza

 

1 Togliete la crosta al pancarrè, distribuite su tre fette la mozzarella e i filetti di acciuga, due per fetta.

2 Coprite con le altre tre fette, premete leggermente per far aderire bene.

3 Prendete tre piatti, in uno mettete la farina, in uno le uova sbattute e salate, nell’altro il pangrattato.

4 Mettete a scaldare abbondante olio, passate il pane prima nella farina poi nell’uovo scrollando l’uovo in eccesso, infine nel pangrattato, immergete nell’olio, friggete due minuti per lato, scolate su un foglio di carta assorbente, servite subito.

contorni/ Senza categoria/ verdure

Quiche con melanzane rosse

quiche, torta salata, melanzane rosse, verdure, formaggio, latticini

Le ho viste per la prima volta nei banchi del supermercato e non ho saputo resistere, sono molto carine, sembrano quasi piccole zucche e sono anche belle durette al tatto. Mi sono interrogata per un po’ su come prepararle, se ci fosse una cottura ideale, se farcirle svuotandole, alla fine ho improvvisato, come sempre.

Farcirle era la prima ipotesi ma essendo così piccole pensavo ci fosse poco spazio per il ripieno, così le ho solo cotte al vapore una ventina di minuti, ho tagliato la parte superiore e le ho girate, potrebbero sembrare pomodori o anche pesche.

Diciamolo esteticamente non è il massimo questa torta ma l’importante è il sapore e su quello garantisco al cento per cento, per chi ama le torte salate la quiche è un classicone intramontabile.

Se le trovate provatele ma correte che fra poco non ci saranno più!

 

quiche, torta salata, melanzane rosse, verdure, formaggi, latticini

 

Ingredienti:

per la pasta brisee

300 gr di farina 00

150 gr di burro

acqua fredda q.b.

4 uova

200 ml di panna fresca

1 mozzarella (circa 100 gr)

50 gr di parmigiano

6 melanzane piccole rosse

sale pepe

 

quiche, torta salata, melanzane rosse, verdure, latticini, formaggi

 

1 Preparate la brisee lavorando insieme la farina con il burro, aggiungete un pizzico di sale e poco alla volta dell’acqua fredda, amalgamate, solo se necessario unite altra acqua sempre poca alla volta, lavorate fino a ottenere una pasta compatta e omogenea.

2 Cuocete al vapore le melanzane precedentemente lavate, circa una ventina di minuti, lasciate intiepidire.

3 In una ciotola sbattete le uova con la panna e il parmigiano, regolate di sale e pepe.

4 Tagliate la mozzarella a pezzetti e unitela composto.

5 Accendete il forno a 180 gradi, imburrate uno stampo e stendete direttamente con le mani la pasta, controllate che i bordi siano alti uguali.

6 Togliete la parte superiore delle melanzane e disponetele come volete sulla superficie della pasta a testa in giù, versate il composto liquido e infornate per circa 45 minuti. Servite tiepida e fredda.

 

quiche, torta salata, verdure, melanzane rosse, formaggio, latticini

contorni/ Patate

Sformatini di patate e fagiolini

patate, fagiolini, verdure, contorno, secondo

Altra ricetta veloce, che si cuoce in un attimo e si prepara altrettanto velocemente, una volta lessati i fagiolini  e le patate il gioco è fatto, ideali anche come svuota frigo, termina avanzi, io ho aggiunto solo uova e parmigiano ma altri formaggi, pancetta, pezzetti di salame, altre verdure, pollo, gamberetti, quello che volete ci sta benone.

Metà luglio iniziato, eppure mi pare ieri inizio giugno quando pensavo all’estate, a tre mesi, quasi quattro fatti di sole, giornate lunghe, probabilmente calde, zanzare, gelati, creme solari, infradito, capelli bagnati, verdure fresche e colorate,frutta sugosa.
Eppure un mese e mezzo è già trascorso, le giornate hanno già cominciato ad accorciarsi, caldo ne abbiamo già preso, mesi che volano, che a volte fatico ad agguantare, non so bene perchè, per me non sono mesi intensi, anzi, si lavora poco o nulla, posso gestirmi le giornate come voglio, stare via da Milano e fare mille cose che faccio ma comunque mi scappano via.

Per me l’estate è sempre stata così, sfuggevole, sfuggente, veloce, difficile da assaporare a pieno forse anche perchè è tanto tempo che non faccio vere vacanze dove sto via due tre settimane, più facile che vada in giro durante l’anno per week end lunghi o brevi trasferte, è come se faticassi a dire è estate e godermi tutte quelle piccole grandi abitudini che tutti abbiamo o creiamo.

Voi che dite? Mentre cerco di agguantare questa giornata mi attivo.

 

patate, fagiolini, verdure, contorno, secondo

 

Ingredienti:

4 patate lesse di medie dimensioni

150 gr di fagiolini

2 uova

70 gr di parmigiano grattuggiato

olio evo

sale pepe

 

contorno, secondo, patate, fagiolini, verdure

 

1 Lessate le patate e i fagiolini, lasciate intiepidire.

2 In una ciotola schiacciate le patate e tagliate grossolanamente a pezzetti i fagiolini.

3 Unite le uova, il parmigiano, sale e pepe, amalgamate.

4 Accendete il forno a 180 gradi, ungete di olio le pirofile (o di burro), versate il composto riempiendo tutta la cocotte, infornate per circa 15/20 minuti, se volete spolverate con delle erbe aromatiche (origano, rosmarino,timo, maggiorana), servite calde o tiepide.

 

 

CONSIGLIA Gnocchi alla parigina