Browsing Category

contorni

contorni

Bavarese al pesto

bavarese, pesto, contorno, antipasto, panna

Un piatto squisito veloce e molto semplice da fare, solo due ingredienti panna e pesto! Se volete potete aggiungere un cucchiaio di parmigiano ma solo con olio sale e pepe è già ottimo.

Un modo diverso di servire il pesto, un antipasto o un contorno semplice da abbinare a verdure grigliate o fresche come pomodori, cetrioli, insalata, carote, ravanelli, del buon olio d’oliva e il piatto è pronto.

Ho mille cose da fare, fra cui organizzare il catering per una festa di matrimonio venerdì, mi attendono ore reclusa in cucina, per fortuna ha rinfrescato e potrebbe anche piovere dal colore del cielo e dai tuoni che ogni tanto si fanno sentire.

Buona giornata.

bavarese, pesto, contorno, antipasto, panna

Ingredienti:

per sei stampi da muffin

300 ml + 100 ml di panna fresca

150 gr di pesto (per la ricetta cliccate qui)

2 fogli di colla di pesce

sale pepe

olio

bavarese, contorno, pesto, panna, antipasto

1 Preparate il pesto.

Frullate il pesto con 300 ml di panna.

3 Mettete ad ammollare la gelatina in acqua fredda per circa dieci minuti.

4 Nel mentre scaldate il composto di panna e pesto, non deve bollire ma essere caldo.

5 Unite la gelatina strizzate e mescolate, spegnete e lasciate intiepidire.

6 Unite 100 ml di panna montata  a neve, aggiungetela mescolando delicatamente dal basso verso l’alto, regolate di sale e pepe.

bavarese, pesto, antipasto, contorno, panna

7 Disponete con l’aiuto di un mestolo il composto negli stampi da muffin, riponete in frigorifero per almeno due tre ore prima di servire.

bavarese, pesto, panna, contorno, antipasto

contorni

Quiche con pollo e taccole

quiche, francia, torta salata, pic nic, pasta matta, carne, pollo, taccole, verdure

quiche, francia, torta salata, pic nic, pasta matta, carne, pollo, taccole, verdure

 

Non sono una patita delle torte salate, già detto in altre occasioni ma essendo ottime per svuotare il frigo e finire gli avanzi eccone un’altra!

Il motivo principale per cui ho preparato questa quiche è che volevo provare a fare la pasta matta, non so perchè si chiami così, avendo la ricotta ecco l’occasione, il ripieno un avanzo di taccole della sera prima, due petti di pollo.

Non avevo mai fatto la pasta con la ricotta, ne avevo sentito parlare già da tempo, un’amica da sempre prepara ottime torte con questa pasta, poi come spesso accade l’avevo rimossa fino a l’altro giorno in cui ho letto una ricetta con questa pasta sul blog di Scamorze ai fornelli, ho subito replicato.

Superfluo dire che questa torta è perfetta sempre, per i pasti come antipasto, per un pic nic, a una grigliata, in viaggio divisa già a fette, si conserva bene per giorni in frigorifero e potete farcirla come preferite.

Il pic nic che ieri a Milano pareva dietro l’angolo, caldo, 25 gradi alle 17 tanta gente in maglietta, turisti in sandali e vestitini avvistati sui navigli, oggi sembra un ricordo, cielo grigio, nuvole basse, possibilità di pioggia e soprattutto maglione e giacca. Complice un desiderio di dormire immenso, si preannuncia un week end di riposo, dormo ma non basta, la mattina me la cavo, il pomeriggio una tragedia, avrei bisogno degli stuzzicadenti per tenere aperti gli occhi.

Buon week end e fatemi sapere se il passo passo delle spiegazioni è comprensibile.

Ingredienti:

per la pasta

250 gr di farina 00 bio

250 fr di ricotta

2 cucchiai di olio

50-60 ml di acqua

sale

per il ripieno:

4 uova

250 ml di panna fresca

180 gr di taccole

2 petti di pollo (circa 200 gr ma quantità a piacere)

2 cucchiai di parmigiano grattugiato

sale

pepe

1 Preparate la pasta lavorando insieme tutti gli ingredienti, rapidamente otterrete una pasta liscia, elastica e omogenea.

2 Ungete leggermente una teglia, stendete la pasta con le mani o con il mattarello, riempitela fino ai bordi, spessore 5-6 mm. Se vi avanza pasta fate le strisce da mettere sulla superficie o tenetela da parte per un altro impasto.

quiche, torta salata, francia, pollo, carne, taccole, verdure, pasta matta, pic nic

3 Lessate le taccole dopo averle lavate, spuntate e tagliate e pezzi di circa 2 cm.

4 Scaldate con un cucchiaio di olio una padella, aggiungete il pollo tagliato a pezzetti (se preferite cuocetelo a fette e tagliatelo dopo).

5 In una ciotola sbattete le uova con la panna, sale, pepe, il parmigiano.

quiche, francia, pollo, carne, taccole, verdure, torta salata, pic nic, pasta matta

6 Unite al composto liquido il pollo e le taccole.

quiche, francia, torta salata, pic nic, pasta matta, pollo, carne, verdure, taccole

7 Accendete il forno a 180 gradi, distribuite il composto sulla torta, infornate per circa 45 minuti. Sfornate servite tiepida o come preferite.

quiche, torta salata, pasta matta, verdure, taccole, pollo, carne

contorni

Crocchette di piselli e menta

crocchette piselli menta finger food

crocchette piselli menta finger food

In questi giorni di festa un fritto da portare in tavola ci sta, verde, colore della natura, della speranza, colore che mette allegria e che si intona perfettamente alle prime tavolate all’aperto, in giardino o in terrazza, al mare o nel prato per un pic nic, la frittura è quel tocco in più che piace a tutti!

Ieri sera ho visto il film Chef, carino, nulla di che, sicuramente non vale gli otto euro del cinema, interamente dedicato alla cucina, alla vita di un grande chef, in bilico fra tradizione e modernità tanto da giocarsi la mitica stella Michelin!

Guardandolo mi è venuto in mente uno degli aspetti che prediligo della cucina, la fantasia! la fantasia di aprire il frigorifero e con pochi ingredienti intavolare una cena, una cena magari anche semplice ma dai sapori armonici; la fantasia nel rivisitare un grande classico mantenendone intatta l’essenza ma con qualche diversivo; la fantasia nel giocare con le forme, bicchierini, coppapasta, cubetti, torrette, in cucina quasi qualsiasi piatto lo si può ripresentare in svariate forme.

La fantasia di giocare con i colori, creare sfumature, cromatismi; la fantasia più scontata, il saper variare, la maestria di chi ogni giorno riesce a portare in tavola sapori diversi, sfruttando quanto di meraviglioso esiste in natura, dalle carni ai legumi, dalle uova ai formaggi, piatti etnici, tradizionali, di verdure, i dolci ecc…la fantasia di chi sa osare, di chi tenta di armonizzare sapori molti diversi, di chi sa dosare erbe, essenze, spezie, salse (tabasco, soia, ecc…)!

Potrei proseguire per ore, in cucina la fantasia è un ingrediente indispensabile, uno stimolo continuo, quel tocco in più che ti porta a sperimentare, inventare, sbagliare, conoscere; mi viene in mente quando mi chiedono se non mi stanco a trovare sempre una ricetta nuova da pubblicare….ma il bello è quello, e per una che ne pubblichi ce ne sono altri mille che vorresti provare!

crocchette piselli menta finger food

 

Ingredienti:

450 gr di piselli (freschi o surgelati) lessati

1 cipollotto

30 gr di parmigiano grattugiato

30 gr di pecorino grattugiato

1 uovo e 1 tuorlo

100 gr di pan grattato

menta

sale

olio di semi (per friggere)

 

crocchette piselli menta finger food

1 Frullate i piselli nel mixer grossolanamente, trasferiteli in una ciotola.

2 Tritate finemente un cipollotto, unitelo ai piselli.

3 Aggiungete il parmigiano, il pecorino e amalgamate; unite la menta (io tre/quattro foglie, ma regolatevi secondo il vostro gusto) lavata, asciugata e tritata, regolate di sale e amalgamate.

crocchette piselli menta finger food

4 Aggiungete il tuorlo, mescolate, poi unite un cucchiaio di pan grattato, il composto deve risultato umido ma compatto.

5 Formate le crocchette, passatele nell’uovo sbattuto e nel restante pangrattato, nel frattempo fate scaldare l’olio per friggere, una volta ben caldo friggete le crocchette per qualche minuti, giratele delicatamente, scolatele su un foglio di carta assorbente, servite calde o tiepide.

crocchette piselli menta finger food

contorni

Sformato di melanzane e patate

patate pancetta melanzane sformato

Prima ricetta con le melanzane dell’anno, la prima di una lunga serie, finalmente, amo le melanzane, queste vengono da un’orto di un’amica, le primissime perchè è una verdura da giugno in poi.

Uno sformato che preparo da secoli con qualche variante a seconda di quello che ho in casa, spesso uso i fagiolini, o se ho (come un questo caso) qualche salume da finire o svariati tipi di formaggio, una garanzia!

Ho dormito poco e male, sono un po’ rimbambita e di poche parole, buona giornata!

sformato patate pancetta melanzane

 

Ingredienti:

600 gr di patate lesse

10 fette di melanzane grigliate

100 gr di parmigiano grattugiato

1 uovo grande

100 gr di pancetta affumicata

sale pepe

noce moscata

olio per stampo

 

patate melanzane pancetta sformato

1 In una padellino anti aderente cuocete la pancetta senza aggiungere olio, una volta rosolata, togliete dal fuoco e tenetela da parte.

2 Sbucciate le patate e passatele nello schiacciapatate o schiacciatele con una forchetta, aggiungete il parmigiano, sale pepe, noce moscata a piacere, l’uovo e la pancetta, amalgamate.

patate melanzane sformato pancetta

3 Accendete il forno a 200 gradi, prendete uno stampo da plumcake versatevi un cucchiaio di olio e ungete lo stampo uniformemente, disponete le melanzane grigliate in modo tale da ricoprire lo stampo.

4 Disponete il composto di patate distribuendolo in modo uniforme, se le melanzane sbordano dallo stampo ricoprite anche la superficie che poi una volta girato lo sformato sarà la parte inferiore. Cuocete per circa 30/35 minuti, servite caldo o tiepido.

sformato patate melanzane pancetta

patate melanzane sformato pancetta

CONSIGLIA Insalata fredda di orzo