Browsing Category

Lievitati

Lievitati

Danubio con mozzarella e pomodori secchi

lievitati, pane, finger food, mozzarella, pomodori secchi, semi di sesamo

lievitati, pane, finger food, mozzarella, pomodori secchi, semi di sesamo

Volevo preparare il Danubio da almeno cinque anni, ogni volta lo vedevo su altri blog e pensavo -ora la faccio-, considerando che più o meno lo dico per altre tremila ricette ecco che solo ora ve lo mostro.

Complice il consueto appuntamento con lo scambio di ricette con altre blogger, appena l’ho visto sul blog di Francesca Il dolce in tavola, ho deciso di replicarlo, ho solo variato il ripieno con quello che avevo in casa.

A me è piaciuto moltissimo, intanto esteticamente, non volevo tagliarlo da quanto era bello, l’ho rimirato per parecchio tempo pensando -che bello, mi è venuto benissimo-, chi si loda si imbroda e di solito son piuttosto critica ma ogni tanto mi prendo qualche merito, il mio Danubio mi piace molto.

Inoltre è ottimo, è il classico tipo di preparazione che potrei mangiare anche tutti i giorni, soffice, morbido, delicato, si conserva bene, prossima volta al cioccolato.

Passate da Francesca, troverete tante altre ricettine niente male e tante foto con una splendida luce. Buona giornata.

Riporto la ricetta di Francesca copiandola perchè non ho cambiato nulla se non il ripieno.

danubio, pomodori secchi, antipasto, mozzarella, lievitati, pane, semi di sesamo

Ingredienti
500 g. di farina manitoba
100 g. di burro
150 g. di latte
2 uova
10  g. di lievito di birra fresco
30 g. di zucchero
10 g di sale
 farcitura :
2 nodini di mozzarella
78 pomodori secchi
decorazione :
1 uovo
un po di latte
semi di sesamo
danubio, semi di sesamo, mozzarella, lievitati, pomodori secchi, finger food, antipasto

In una ciotola mettete la farina, lo zucchero, il sale, il burro ammorbidito, il latte in cui avete sciolto il lievito, le uova sbattute e impastate il tutto energicamente, fino ad ottenere un impasto omogeneo, coprite con della pellicola e fate lievitare fino a  quando l’impasto non triplica.
Tagliate la mozzarella (ben scolata) e i pomodori secchi a pezzetti. Riprendete l’impasto formando delle palline, io ne ho formate 7 grandi ( 120 g. circa ), ma potete anche ricavarne tante piccole di 40 gr ciascuna. Schiacciate le palline  e riponete al centro la farcitura , richiudete e riformate le sfere , sistematele in una teglia da 28 cm rivestita con della carta da forno e ricoprite con la pellicola , fate lievitare per altre 2 ore . Spennellate con l’uovo battuto e il latte , spolverate la superficie con i semi di sesamo e infornate il vostro Danubio per 25 minuti circa  in forno caldo a 180 C°.

Io ho usato una teglia più piccola, diametro 20 cm.

 

danubi, lievitati, finger food, antipasto, mozzarella, pomodori secchi, semi di sesamo

 

danubio, lievitati, pane, finger food, antipasti, mozzarella, pomodori secchi, semi di sesamo

Lievitati

Focaccia di patate speck e rosa camuna

focaccia, lievitati, patate, rosa camuna, formaggio, speck, salumi, valle camonica

Mentre tutti, diciamo tanti, preparano dolcetti, caramelle, biscotti e quant’altro per la calza della befana io mi metto a impastare una focaccia.

Di dolci ne abbiamo mangiati anche troppi e ahimè dubito che qualcuno mi regalerà la calza, quindi passiamo oltre e prepariamo questa focaccia morbida grazie alla presenza delle patate nell’impasto, condita con due prodotti tipici della Valle Camonica, le mie amate montagne.

Pur non essendo neanche lontanamente un’esperta di lievitati amo impastare, non sono precisa, non conosco i segreti dei lieviti, i tempi di idratazione e quanto ruota attorno a questo mondo ma impasto comunque, con lievito di birra e molto ad occhio.

Tutto sommato con discreti/buoni risultati.

Godetevi questi ultimi giorni di festa, ammetto che ho voglia di tornare alla normalità con orari e ritmi definiti, so che i più di voi non ameranno troppo questa mia affermazione ma per fortuna siamo diversi. Buon week end.

focaccia, lievitati, patate, rosa camuna, formaggio, speck, salumi, valle camonica

Ingredienti:

250 gr di farina

1 patata lessa medio grande

10 gr di lievito di birra

sale

olio

acqua

100 gr di Rosa Camuna

4-5 fette di speck

focaccia, lievitati, patate, valle camonica, salumi, speck, formaggio, rosa camuna

1 In una ciotola capiente radunate la farina, la patata schiacciata, il sale, il lievito sbriciolato e due cucchiai di olio, unite poco alla volta dell’acqua tiepida nel mentre impastate, proseguite fino a ottenere una pasta compatta, liscia e omogenea, coprite e fate lievitare per 2-3 ore.

2 Accendete il forno a 200 gradi, mentre si scalda, ungete una teglia da pizza, stendete la pasta direttamente con le mani, allargatela cercando di coprire tutta la superficie.

3 Spennellate dell’olio e del sale grosso sulla focaccia, e con le dita formate dei buchini, infornate per 15 minuti.

4 Dopo 15 minuti, aggiungete il formaggio tagliato a pezzetti e le fette di speck, lasciate cuocere altri 10 minuti.

Lievitati

Focaccia con broccoli acciughe e peperoncino

focaccia, acciughe, lievitati, pesce, verdure, spezie, peperoncino

La focaccia piace a tutti, alta, bassa, morbida, croccante, unta, è sempre in istituzione!

Ve ne propongo una che amo molto, un abbinamento molto noto, broccoli e acciughe, con peperoncino, anche l’aglio si sposa bene con questi ingredienti.

Su come viene, difficile dire, questa è bassina, croccante sui bordi, soffice al centro ma la stessa ricetta altre volte mi è venuta differente, più alta, più morbida, a me piace in tutti i casi quindi devo dire che non ci presto troppa attenzione al risultato finale.

Inutile dire che potete mangiarla anche senza farcitura come che potete accompagnarla con altre verdure, salumi, formaggi e altro.

Vi auguro un sereno fine settimana, ricco di relax, “cose” belle, amici, affetti, passioni, riposo, io ho in testa tante ma tante di quelle cose che a volte temo di perdere i pezzi e dimenticare qualcosa di importante, un mito chi ha inventato agenda e post it.

Buon week end.

focaccia, acciughe, lievitati, pesce, verdure, spezie, peperoncino

Ingredienti:

per due focacce

400 gr di farina 00 bio

mezzo panetto di lievito di birra

olio evo

acqua q.b.

sale grosso

sale fino

un broccolo grande

7-8 filetti di acciuga

peperoncino a piacere

focaccia, lievitati, pane, verdure, broccoli, spezie, peperoncino, acciughe, pesce

1 In una ciotola versate la farina, il lievito sbriciolato, il sale e unite poco alla volta acqua tiepida, amalgamate, continuate fino a che non avrete ottenuto una pasta compatta, lavoratela fino a renderla liscia e omogenea, almeno 5-10 minuti, copritela e lasciate riposare almeno due ore (io quasi quattro).

2 Nel frattempo lessate il broccolo, o cuocetelo a vapore.

3 Ungete due teglie da forno tonde, stendete la pasta dividendola in due, fatelo con le mani, distribuitela per tutta la teglia, lasciate lievitare un’altra mezzora.

4 Accendete il forno a 200 gradi, con la punta delle dita fate tanti buchini alla pasta, preparate una salamoia con un dl di acqua tiepida, un cucchiaio abbondante di olio e sale grosso (mezzo cucchiaio), mescolate e poi spennellate la focaccia con un pennello, infornate per 15 minuti.

5 Dopo 15 minuti, spennellate ancora la superficie della focaccia, cuocete per altri 15 minuti.

6 Aggiungete i broccoli, le acciughe tagliate a pezzetti e il peperoncino sull’intera teglia, cuocete 10 minuti. Sfornate e servite subito.

Il sale è presente nell’impasto, nella salamoia e ci son le acciughe per cui non l’ho aggiunto sulla focaccia, regolatevi secondo i vostri gusti.

focaccia, lievitati, verdure, broccoli, acciughe, pesce, spezie, peperoncino

Lievitati

Pizza di farro e nocciole con scarola

pizza, lievitati, farina di farro, nocciole, frutta secca, scarola, verdure, salumi, pancetta, formaggio, provola

pizza, lievitati, farina di farro, nocciole, frutta secca, scarola, verdure, salumi, pancetta, formaggio, provola

Un parto. Un vero e autentico parto decidere cosa preparare con gli ingredienti scelti dalle ragazze di Sei in Cucina, le nocciole l’ingrediente chiave e a scelta altri quattro o cinque.

La scelta più ovvia sarebbe stata una crostatina, dei tortini, un crumble e infatti inizialmente volevo preparare qualcosa di simile poi visto che in tante si sono dedicate ai dolci ho optato per il salato.

Siamo passati dallo strudel  alle crepes, poi alle rotelle, immaginavo il piatto con delle crepes arrotolate e tagliate ogni due cm e presentate in verticale; dopo è stata la volta della vellutata di scarola con nocciole, poi di un tortino di nocciole con dentro scarola e yogurt greco.
Ogni volta ero convinta poi cambiavo idea fino ad arrivare a questa pizza che all’apparenza può sembrare un azzardo invece è piaciuta a tutti, eravamo in quattro.

Le nocciole nell’impasto le ho tritate tipo granella, regalano quel croccantino che a me piace, una spolverata tritate grossolanamente anche nel condimento, la base ha un sapore abbastanza neutro sopra il tripudio dei sapori, dall’amarognolo della scarola all’affumicato della pancetta e il sapore deciso della provola.

Il tema del mese è il ritorno a scuola, mi sono ricordata quando toccava a me (secoli fa…), tristezza, nel senso che non ero fra coloro felici di tornarci, di solito non  avevo neppure finito i compiti delle vacanze, sentivo spesso i miei compagni raccontare dei loro pasti riscaldati al microonde, preparati la sera prima dalla mamma al lavoro a pranzo.

Pasta al pesto (pronto), bistecca, sofficini, bastoncini di pesce, poveretti, la pizza è stata un pensiero improvviso, pensa tornare a casa e trovarsi una pizza appena fatta, magari diversa dal solito, una sorta di sorpresa! Un diversivo goloso fra la miriadi di piatti preparati il giorno prima e scaldati!

Grazie ragazze per questo simpatico gioco culinario, spero di aver interpretato correttamente il regolamento.

pancetta, salumi, scarola, verdure, nocciole, frutta secca, lievitati, pizza, formaggio, provola

Ingredienti:

per due persone

250 gr di farina di farro

250 gr di farina 00

9 gr di lievito di birra

100 gr di nocciole

acqua q.b.

olio evo

1 cespo di scarola

70 gr di pancetta affumicata a dadini

70 gr di provola

sale

1 Preparate la pasta, sciogliete il lievito di birra in un dl di acqua tiepida, in una ciotola o su un piano da lavoro setacciate le due farine, unite 70 gr di nocciole tritate grossolanamente (se non volete sentire i pezzi tritatele finemente), versate due cucchiai di olio, il sale e cominciate a impastare aggiungendo poco alla volta l’acqua con il lievito.

2 Impastate fino a ottenere una pasta liscia, omogenea e compatta, coprite e fate lievitare un paio d’ore.

pizza, lievitati, nocciole, frutta secca, scarola, verdure, pancetta, salumi, formaggio, provola

3 Lavate la scarola, tagliatela grossolanamente, cuocetela in una padella abbondante con l’aggiunta di un bicchiere di acqua, quando è pronta unite i dadini di pancetta, cuocete fino a che la pancetta non risulterà dorata.

pizza, farro, nocciole, frutta secca, lievitati, scarola, verdure, pancetta, salumi, formaggio, provola

4 Accendete il forno a 200 gradi, mentre si scalda, ungete una teglia da pizza, stendete la pasta coprendo l’intera superficie della teglia, distribuite la scarola e la pancetta, regolate di sale, cuocete per circa 20 minuti, dopo aggiungete la provola tagliata a pezzetti e le restanti nocciole tritate, cuocete per altri dieci minuti fino a che il formaggio non sarà ben sciolto. Sfornate e servite.

              CON QUESTA RICETTA PARTECIPO A SEI IN CUCINA – LA SFIDA DEGLI INGREDIENTI

13882293_10209901157029545_531195496078603605_n

pizza, lievitati, provola, formaggio, scarola, verdure, lievitati, frutta secca, nocciole, pancetta, provola, formaggio, pizza

Lievitati

Crostata di grano saraceno peperoni formaggio e pancetta

crostata, grano saraceno, peperoni, verdure, pancetta, formaggio, torte salate, galbani

crostata, grano saraceno, peperoni, verdure, formaggio, galbani, pancetta, torte salate

Uno degli aspetti che prediligo del mettersi ai fornelli è la fantasia: abbinare ingredienti, apportare varianti, mescolare dolce e salato. Ci son ricette che sono sacre, non si toccano o solo se si è abili conoscitori della materia ci si può permettere di modificare qualcosa.

Ci sono altre, tante ricette dove la fantasia e l’estro possono esprimersi al meglio, fra queste le torte salate.

Potremmo scrivere un libro sul tema considerando che si possono preparare con carne e pesce, mille generi di formaggi, frutta secca e uova, verdure e legumi, erbe aromatiche e farine diverse.

Quella che vi propongo oggi è saporita, sostanziosa, ricca.

Per la base invece che una classica brisee ho scelto di usare la farina di grano saraceno che amo molto, dona croccantezza e quel colore rustico che profuma di semplice, casereccio.

Il ripieno con lo speck e il formaggio, sapori che si sposano perfettamente con il grano saraceno, il peperone arrostito che non solo regala colore ma anche sapore.

Croccante, profumata, saporita, colorata, direi perfetta.

Per questa ricetta mi sono ispirata al sito di Galbani dove potrete trovare tantissime idee di torte salate

INGREDIENTI:

per la pasta:

130 gr di farina 00

70 gr di farina di grano saraceno

1 uovo

80 gr di burro freddo

sale

per il ripieno:

2 peperoni rossi piccoli

100 gr di Galbanino

100 gr di pancetta affumicata

2 uova

150 ml di panna

sale

pepe

crostata, grano saraceno, peperoni, verdure, pancetta, formaggio, torte salate, galbani

Preparate la pasta lavorando insieme tutti gli ingredienti fino a ottenere una pasta compatta e liscia, riponetela in frigorifero per circa mezzora.

Arrostite i peperoni per 40 minuti a 220 gradi, una volta tiepidi spellateli e tagliateli a listarelle.

Saltate la pancetta in un padellino antiaderente fino a che prende colore (non aggiungere olio).

Sbattete le uova con la panna, regolate di sale e pepe.

Unite la pancetta al composto di uova e panna.

Imburrate una teglia da forno, distribuite la pasta direttamente con le mani o aiutandovi con un mattarello, regolate l’altezza dei bordi.

Distribuite fette di peperone e fette di Galbanino sul fondo coprendolo interamente.

Aggiungete il composto liquido, infornate in forno già caldo a 200 gradi per 30 minuti.

Lievitati

Focaccia con ciliegini

focaccia, lievitati, ciliegini, verdure

focaccia, lievitati, ciliegini, verdure

Per la serie l’ingordigia e la golosità prevalgono con insistenza, ho scattato le foto in quattro minuti scarsi.

Era tardi, quasi le due, la fame si era già fatta sentire da oltre un’oretta ma siamo andati a fare un giro in un caseificio, che facessimo tardi era ovvio ma siamo andati comunque. Al ritorno tipo wonder woman, ungi la teglia, stendi la pasta, taglia i pomodori, prepara la salamoia, accendi il forno.

Non è venuta come volevo ma era buona, croccante sui bordi e morbida al centro, forse ci voleva una teglia più grande, è anche lievitata parecchio cosa che non immaginavo, cioè solitamente non accade in montagna, diciamo che la fretta non aiuta, si vede che non ho distribuito equamente la salamoia.

Infine non è che io sia proprio la maga dei lievitati, mi cimento ogni tanto ma per me è un  mondo con più ombre che luci, mi piace ma raramente sento la necessità di mangiare il pane, non ne compro neanche, preparo giusto ogni tanto qualche pizza o focaccia.

Buona settimana.

verdure, lievitati, focaccia, ciliegini

 

Ingredienti:

500 gr di farina 00 bio

8/9 gr di lievito di birra

sale

olio

acqua q.b.

70 gr di pomodori ciliegini

 

verdure, pomodori, lievitati, focaccia

1 Preparate l’impasto della focaccia, in una ciotola capiente disponete la farina, il lievito sbriciolato, due cucchiai di olio, il sale e cominciate a impastare aggiungendo poco alla volta l’acqua tiepida.

2 Impastate fino a ottenere una compatta, liscia e omogenea, fate lievitare per circa 3-4 ore.

3 Lavate e tagliate i pomodorini a metà.

4 Accendete il forno a 220 gradi.

5 Ungete una teglia da forno, distribuite la pasta, mentre lievita ancora un pochino preparate una salamoia con 100 ml di acqua, un cucchiaio di olio e sale grosso.

focaccia, pomodori, lievitati, ciliegini, verdure

6 Aiutandovi con un pennello distribuite la salamoia sulla focaccia, con le dite formate le fossette, distribuite i pomodori, infornate.

7 Dopo 15 minuti distribuite altra salamoia, terminate la cottura per altri 20 minuti. Servite calda.

lievitati, focaccia, ciliegini, pomodori, verdure

Dal mondo/ Lievitati

Club sandwich con peperoni e melanzane

club sandwich, peperoni, melanzane, tacchino, uova, verdure, patate, dal mondo

Chi non conosce il club sandwich? Il mitico sandwich di origine inglese tagliato a spicchi, farcito su due strati, solitamente con il bacon o pollo, verdure, uova, in realtà con quello che volete.

Di solito è servito anche con le patatine, giusto per stare leggeri…..il bello di questo sandwich è nella composizione, potete davvero inventarvi le combinazioni che preferite, io ho optato per una versione estiva con le verdure di stagione, tacchino e uova.

Spazio a pomodori, cetrioli, vari tipi di insalata, ravanelli, salse, e solo questo potrebbe essere un capitolo consistente, pollo, tacchino, bacon, roast beef, semplici salumi, uova, cheddar, formaggi a fette sottili, tonno, acciughe, carpacci di spada, polpo, salmone e tanto altro.

Di complicato non c’è nulla, unico accorgimento organizzatevi bene per tempo, per esempio grigliate prima (anche il giorno prima) le verdure, se usate uova sode idem , cuocetele con anticipo, mentre se usate il bacon considerate che dovete gestire bene il tempo per inserirlo fra gli strati caldo.

Fate in modo che mentre cuociono le patate (le mie al forno), tostate le fette di pane, il panino viene servito con il pane tiepido o a temperatura ambiente solitamente, fatevi un elenco degli ingredienti e organizzate il lavoro.

club sandwich, peperoni, melanzane, tacchino, uova, verdure, patate, dal mondo

Ingredienti:

per due panini

6 fette di pane a cassetta integrale

2 fette di melanzane

1 peperone

2 uova sode

40 gr di tacchino

lattuga

patate al forno se volete o fritte o nulla o altro

club sandwich, peperoni, melanzane, verdure, uova, tacchino, dal mondo, panino

1 Grigliate le melanzane e il peperone, lasciate intiepidire e tagliate a fette della grandezza del pane.

2 Cuocete le uova sode.

3 Tostate le sei fette di pane.

4 Create i sandwich, su una fetta disponete qualche foglia di lattuga, del peperone e dell’uovo, sovrapponete un’altra fetta di pane e ripetete la stessa farcitura, chiudete il panino con una fetta di pane, fate una leggera pressione e chiudete con uno stecchino di legno.

5 Proseguite nello stesso modo inserendo la lattuga, le melanzane e il tacchino. Chiudete e servite i due sandwich tagliati a metà.

Ricordate di aggiungere sale e pepe fra gli strati di pane.

club sandwich, panino, dal mondo, verdure, peperoni, melanzane, tacchino, uova

dal mondo, pane, panini, sandwich, verdure, peperoni, melanzane, uova, tacchino, patate

Lievitati

Pan brioche al parmigiano e miele

pan brioche, pane, lievitati, miele, parmigiano, formaggio

pane, lievitati, parmigiano, pan brioche, miele, formaggio

Un amore infinito per il Parmigiano, un amore viscerale, duraturo da sempre, so che qualcuno starà pensando che questa frase l’ho già detta anche verso altri alimenti, vero ma dovendo ristringere la cerchia, elencare i grandi grandissimi amori, gli alimenti son pochi: il Parmigiano, lo speck, il pesto, il cioccolato, le amarene Fabbri (dovrebbero farmi testimonial…).

Mi piace bello stagionato non fresco, mi piace ovunque, sulla pasta, negli impasti, da mangiare a pezzetti come aperitivo, ottimo anche il gelato che ho preparato più volte, regalatemi del parmigiano mi farete felice.

La ricetta di oggi è di Jessica http://www.inmouveritas.ifood.it, siamo al consueto appuntamento con lo scambio di ricette fra blogger, a me è toccata lei, la promoter di questa bella iniziativa, un blog ricco di ricette succulente, semplici, Jessica è una pratica, pochi fronzoli ma tanta  sostanza. La regina delle feste, della decorazione, degli addobbi, guardate i post sull’organizzazione della festa di sua figlia, tante idee, carine, semplici, e di sicuro effetto.

Ho scelto questa ricetta ovviamente perchè il Parmigiano era protagonista ma anche perchè il pan brioche è molto nelle mie corde, dolce e salato, dura a lungo ben conservato, ottimo da solo, ancora meglio se accompagnato da una fetta di salame o spalmato con un patè, un gusto deciso ma non aggressivo, particolare grazie alla presenza del miele.

Provatelo, buona giornata.

pan brioche, pane, lievitati, parmigiano, miele, formaggio

Ingredienti:

500 gr di farina 00 bio

25 gr di miele

3 uova

100 gr di Parmigiano grattugiato

180 ml di latte

10 gr di lievito di birra

100 gr di burro morbido

sale

pan brioche, pane, lievitati, miele, parmigiano, formaggio

1 Sciogliete il lievito nel latte tiepido.

2 In una ciotola raccogliete la farina, il lievito, il parmigiano e il sale.

3 Unite il latte, il miele e le tre uova, amalgamate fino a formare un composto omogeneo.

pan brioche, pane, lievitati, miele, formaggio, parmigiano

4 Unite il burro, lavorate per 10/15 minuti, coprite e fate lievitare per due ore.

5 Imburrate bene uno stampo da plumcake, disponete l’impasto all’interno e fate lievitare per un’altra ora.

parmigiano, miele,formaggio, pane, lievitati, pan brioche

6 Cuocete in forno già caldo a 180 gradi per circa 45 minuti, aspettate una mezzora prima di sfornarlo.

pan brioche, miele, lievitati, formaggio, parmigiano, pane

Lievitati/ verdure

Hamburger di cannellini

vegan, vegetariano, panini, cannellini, legumi, hamburger, verdure

hamburger, vegan, vegetariano, cannellini, legumi, panini, verdure

Adoro i legumi, i ceci in primis e a ruota tutti gli altri, avevo un sacchetto di cannellini da terminare, sempre per svuotare la dispensa prima del gran caldo, erano tanti e infatti gli hamburger son parecchi, regolatevi su quanti siete e quanti ne desiderate a persona, a me non sono avanzati, dovesse accadere surgelateli.

La bellezza del hamburger consiste -oltre che nella bontà del hamburger- nel farcirlo con mille varianti, i miei son molto semplici, songino e carote con  un ottimo ketchup fatto in casa regalatomi da un’amica, una versione super light e vegana ma sappiamo che pomodori, melanzane, zucchine, peperoni ci stanno benissimo, per non parlare di svariati formaggi, salse come mostarda, maionese e altre, per i più golosi immancabile il bacon, una bella panatura e di conseguenza frittura.

Capitolo a se’ il pane, se potete preparatelo con le vostre manine, ha tutto un altro sapore e la soddisfazione è doppia, i miei son panini del panettiere, non avevo tempo per impastare e aspettare i tempi di lievitazione, mi riprometto di provaci un’altra volta.

Il sole è alto, durerà? Vedremo, intanto mi attivo nonostante abbia un gran sonno, nonostante abbia dormito, buona settimana!

hamburger, cannellini, legumi, panini, vegan, vegetariano, verdure

Ingredienti:

per dieci hamburger da circa 40 gr

400 gr di cannellini

2 cucchiai di latte di soia

pangrattato

sale

pepe

erba cipollina

10 panini di hamburger

ketchup homemade

songino e carote a piacere

 

hamburger, cannellini, legumi, panini, verdure, vegan, vegetariano

1 Lessate i cannellini, frullateli con il latte, dovete ottenere una crema, regolate di sale, pepe, unite l’erba cipollina lavata e affettata a rondelle, unite un paio di cucchiai di pangrattato, provate a formare gli hamburger, se vi sembra che non abbiano la  giusta consistenza unite poco pane fino a che non otterrete un composto compatto.

hamburger, cannellini, legumi, vegan, vegetariano, verdure, panini, hamburger

2 Accendete il forno a 200 gradi, distribuite gli hamburger su una teglia coperta con la carta forno, irrorate con un filo d’olio, infornate per circa 20 minuti, se volete gli ultimi 5 minuti di grill.

3 Componete i vostri panini come preferite, con la verdura, l’hamburger e il ketchup.

verdure, vegan, vegetariano, cannellini, legumi, panini, hamburger

vegan, vegetariano, panini, cannellini, legumi, hamburger, verdure

 

Lievitati

Muffin con pomodori secchi e olive

muffin, olive, pomodori secchi, antipasto, aperitivo, finger food, lievitati

Tralasciamo che a Milano è in corso il diluvio universale, inutile lamentarrsi del tempo, questi muffin son perfetti per le prossime gite, pic nic, giornate fuori porta, spuntini rapidi, il profumo è intenso, tipico  dei pomodori secchi, il colore è quello dell’estate verde e rosso, colori accesi, vivi, il sapore è deciso, determinato.

Ma l’aspetto migliore è che si preparano in dieci minuti scarsi e la varianti  sono infinite, metteteci anche del formaggio, che sia parmigiano o pecorino o pezzetti di provola, profumate con del timo, rosmarino, basilico, avete da finire una manciata di pinoli, noci? aggiungetele, partendo dalla base sperimentate la vostra versione.

Sono una cultrice e amante dei muffin, dolci e salati, li trovo belli, perfetti, della giusta grandezza, molto versatili, si conservano bene e a lungo, costano poco e ci sono milioni di pirottini bellissimi che le malate come me acquistate per cambiare ogni volta.

Buon lunedì di pioggia, spero non ovunque.

muffin, olive, pomodori secchi, antipasto, aperitivo, finger food, lievitati

Ingredienti:

200 gr di farina 00 bio

mezza bustina di lievito salato

2 uova medie

150 ml di latte

70 gr di pomodori secchi

50 gr di olive verdi snocciolate

sale

 

muffin, lievitati, antipasti, finger food, aperitivo, olive, pomodori secchi

1 Tagliate grossolanamente le olive e i pomodori secchi, se sottolio sgocciiolateli bene.

2 In una ciotola unite tutti gli ingredienti amalgamandoli rapidamente.

3 Accendete il forno a 180 gradi, mentre si scalda, versate il composto nei pirottini per circa trequarti dello stampo, infornate per 25 minuti.

muffin, olive, pomodori secchi, lievitati, antipasti, aperitivi, finger food

CONSIGLIA Insalata fredda di orzo