Browsing Tag:

Formaggio

contorni/ verdure

Tortino acciughe pomodori e mozzarella

tortino mozzarella acciughe pomodori

Una ricetta super veloce e facile tratta dal libro delle mie mitiche amiche Pancetta Bistrot, quando lo vidi subito pensai di rifarlo essendo totalmente nelle mie corde ed essendo una ricetta davvero semplice da preparare, dieci minuti scarsi, aspetto molto rilevante in estate quando fa caldo e la voglia di stare in cucina viene meno ma non la fame.

Ve lo consiglio vivamente, a casa è andato a ruba, pronto per cena, ne è rimasto molto meno della metà e a mangiarlo sono stati solo i miei genitori…per la serie non gli è piaciuto per niente!

Sole pieno dopo giorni un po’ opachi, motivo per cui corro a mettermi il costume e uscire in giardino per godermi la giornata, buon venerdì ma soprattutto buon ultimo giorno di lavoro per chi è in partenza.

 

tortino pomodori acciughe e mozzarella

Ingredienti:

teglia da 22 cm

200 ml di latte

180 gr di mozzarella

140 gr di farina

15 pomodorini pachino

3 cucchiai di parmigiano grattugiato

2 uova

1 cucchiaio di olio evo

1 mazzetto di basilico

10 filetti di acciughe

sale

 

tortino di acciughe pomodori e mozzarella

 

1 In una ciotola sbattete le uova con la farina, il parmigiano, l’olio e il latte aggiunto poco alla volta, regolate di sale.

2 Lavate e asciugate i pomodori, disponeteli su una teglia coperta da carta forno, tagliati a metà, tagliate la mozzarella a pezzetti e mettetela sempre sulla superficie della teglia.

3 Accendete il forno a 180 gradi, unite le foglie di basilico lavate e asciugate, tenete da parte qualcuna per decorare, mescolate, versate il composto sui pomodori e la mozzarella.

4 Infornate per 20 minuti dopo unite i filetti di acciuga e cuocete per altri 25 minuti, sfornate e lasciate intiepidire.

tortino mozzarella pomodori e acciughe

Pesce

Involtini di sgombro fagiolini e pomodori secchi

involtini con sgombro pomodori secchi e fagiolini

Eccomi con una nuova ricetta molto molto semplice e veloce che potete tranquillamente personalizzare utilizzando gli ingredienti che preferite, dieci minuti scarsi per realizzarli e altrettanti di cottura.

Torno da un week end in Umbria, ogni volta penso ma quanto è bella? Ovunque ti giri c’è bellezza, natura, storia, cultura, tradizioni, ottimo cibo, ottimo vino, scorci panoramici meravigliosi, tanto verde, anche in città, in poco tempo raggiungi qualsiasi posto e ogni volta è una bellezza.

Da andarci mille volte, tornarci all’infinito e perdersi per i vicoli di Spello, i panorami di Perugia, i salami al tartufo, il pecorino, la torta al testo, i paesi arrocati come Trevi o la più imponente Assisi, la meraviglia della zona del Sagrantino con Montefalco e le cantine, un posto unico e meraviglioso come Casteluccio di Norcia, la selvaggia e poco esplorata Valnerina, la rocca a Spoleto, l’imponenza del Subasio che domina le colline, la dolci colline di Gualdo Tadino e tanto tanto altro.

Regione Umbria se mi vuoi come promoter sono qua!

 

involtini di sgombro fagiolini e pomodori secchi

 

Ingredienti:

per due persone

6 filetti di sgombro

12 pomodori secchi piccoli

fagiolini

2 cucchiai di ricotta salata

3 cucchiai di olio evo

sale

 

involtini con fagiolini sgombro e pomodori secchi

 

1 Preparate tutti gli ingredienti, stendete su un tagliere i filetti, prendetene uno alla volta e farcitelo con due pomodori, una manciata di fagiolini tagliati per coprire la larghezza dello sgombro, spolverate di ricotta salata, proseguite nello stesso modo su tutti i filetti.

2 In una padella antiaderente versate l’olio, lasciatelo scaldare qualche istante, nel mentre arrotolate i filetti su stessi e chiudeteli con due stuzzicadenti, metteteli in padella e lasciateli cuocere per circa una decina di minuti, girandoli a metà cottura, se il filetto è spesso cuocete più a lungo, serviteli caldi o tiepidi.

Antipasti/ contorni/ Creme/ verdure

Crema di pomodori e stracciatella

crema con pomodori stracciatella e basilico

Ricetta veloce e buonissima, preparata ieri per cena ha conquistato tutti, mi sono ispirata a una rivista che però prevedeva molti più passaggi, per esempio sbollentare i pomodori, togliere la buccia, io ho lasciato tutto, anche la cottura del pomodoro l’ho fatta a modo mio.

Carino come antipasto, ottimo come piatto unico se ci aggiungete crostini, altre verdure, formaggi, qualcosa che dia sostanza perchè da sola pur essendoci la panna non vi sazierebbe, si conserva bene per diversi giorni, la riponete in un contenitore ermetico e quando avete voglia ne mangiate un pochino.

Tornata a Milano già rimpiango la montagna, fa caldo anche se non caldissimo, io e la città d’estate proprio non ci troviamo, la guardo e la vedo orribile, stanca, arrancante, con la gente che si trascina e non vede l’ora di fuggire, staccare, la natura, se a Milano si può parlare di natura, sciupata, gli alberi giallognoli, marroncini, un colore indefinito, l’erba secca, brutta e a volte anche sporca.

No non fa per me, estate uguale via da Milano se no è solo sofferenza.

 

crema con pomodorini e stracciatella

 

Ingredienti:

per 5-6 persone

1 kg di pomodori San Marzano

1 mazzo di cipollotti

olio evo

200 ml di panna fresca

200 gr di stracciatella

sale

basilico

 

crema di pomodori e stracciatella

 

1 Lavate i pomodori e tagliateli a pezzetti grossolanamente.

2 Pulite e tagliate i cipollotti grossolanamente, in un’ampia padella fate scaldare qualche cucchiaio di olio, aggiungete i cipollotti e i pomodori, regolate di sale, mescolate e lasciate cuocere circa per venti minuti, fiamma media, se vi sembra che si stiano attaccando aggiungete un po’ d’acqua. Spegnete e lasciate intiepidire.

3 Aggiungete la panna e frullate con il minipimer o in un frullatore, mettete nei bicchierini e riponete in frigorifero almeno un’ora.

4 Prima di servire distribuite in ogni bicchiere la stracciatella e il basilico.

Antipasti/ verdure

Sfogliatine peperoni mozzarella e acciughe

sfogliatine con mozzarella acciughe e peperoni

Adoro le ricette non ricette, questa è una di loro, chiamarla ricetta infatti è difficile perchè non c’è molto da fare, l’unico passaggio vagamente ostico potrebbe essere arrostire i peperoni ma volendo li compri già arrostiti, per il resto si tratta di assemblare i pezzi e cuocere.

Chiamatelo aperitivo, sfizio, merenda, da portare a un  pic nic, da gustare in terrazza o come antipasto con un prosecco, io direi semplicemente l’idea veloce, che potete realizzare con quello che avete in casa, ottima anche come svuota frigo, finisci avanzi.

D’ estate è d’obbligo passare meno tempo ai fornelli e godersi l’aria aperta, il sole, la compagnia ma anche se siete in città a lavorare, meglio godersi la serata con piatti veloci che non spignattare in cucina che fa anche caldo.

sfogliatine peperoni acciughe e mozzarella

 

Ingredienti:

un rotolo di pasta sfoglia rettangolare

1 peperone arrostito rosso o giallo (o entrambi)

50 gr di mozzarella (meglio quella per pizza)

6 filetti di acciuga

sale

sfogliatine acciughe peperoni e mozzarella

 

1 Srotolate la pasta sfoglia una decina di minuti prima di utilizzarla.

2 Spellate il peperone e tagliatelo a pezzetti grossolanamente, tagliate a pezzetti piccoli la mozzarella.

3 Dividete in sei rettangoli/quadrati la sfoglia, al centro disponete pezzetti di peperoni, cubetti di mozzarella e di acciuga (potete tagliarla o lasciare intero il filetto), spolverate di sale.

4 Ripiegate su stessi i bordi di ogni pezzetto di pasta, dovete creare come un cestino, sigillateli bene e fate in modo che soprattutto la mozzarella rimanga al centro in modo da non fuori uscire.

5 Infornate in forno caldo a 200 gradi per circa venti minuti, servite calde o tiepide.

Antipasti/ contorni/ verdure

Tortino con fiori di zucca ricotta e pomodori secchi

tortino con fiori di zucca pomodori secchi e ricotta

Idea presa da una rivista con qualche modifica, per me una ricetta perfetta, equilibrata, ha tutto, la parte leggermente amarognola con i fiori di zucca, la delicatezza della ricotta, la sapidità delle acciughe e il sapore deciso ma non eccessivo dei pomodori secchi.

Tradotto potrei mangiarne mille, sono anche piccoletti, uno tira l’altro se amate il genere, piatto estivo, buono a temperatura ambiente, un’idea carina, diversa dal solito, dal costo ridicolo e dieci minuti per prepararlo, se avete una cena pensateci ma anche un pic nic, una grigliata, una cena in terrazza.

Giornate fantastiche, fresche, al sole caldo ma senza esagerare, arietta fresca, ammetto che a un certo punto ho sentito quasi freddo, firmiamo per un’estate così? Io subito, siete tutti alle prese con l’organizzazione delle vacanze? Siete già partiti? Raccontatemi che fate.

 

tortino con pomodori secchi ricotta e fiori di zucca

 

Ingredienti:

per 4 tortini

250 gr di ricotta

1 uovo

50 gr di parmigiano grattugiato

6 pomodori secchi sott’olio

7 filetti di acciuga

8 fiori di zucca grandi

tortino di fiori di zucca ricotta e pomodori secchi

1 Lavate delicatamente i fiori e togliete il pistillo, apriteli a fiore e disponeteli su uno stampo da muffin imburrato (io ho usato l’olio), lasciate che i fiori sbordino.

2 In una ciotola sbattete la ricotta con l’uovo e il parmigiano.

3 Sgocciolate i pomodori e tagliate a pezzetti, tagliate anche le acciughe, uniteli al composto, mescolate.

4 Farcite i tortini, con i fiori che sbordano coprite la superficie del tortino, infornate in forno caldo a 180 gradi per 25 minuti.

Primi

Orzo con pesto rosso e feta

Ricetta sprint perfetta per questi giorni in cui il caldo è arrivato e subito si è fatto sentire, anche se oggi -speriamo- dovrebbe piovere e scendere la temperatura, so già cosa penseranno tanti di questa mia affermazione…

Poco da dire su una ricetta così, è quel mix che potete creare in infiniti modi con i cereali come base e poi carne, pesce, verdure, formaggio, salumi, pesto, salse, creme, frutta, è una delle cose belle dell’estate poter realizzare questi piatti veloci, economici, con quel che hai cruto o cotto, avanzo, fresco, piatto unico che sazia, è buono e anche sano.

Ridendo e scherzando anche giugno piano piano sta finendo, ieri è iniziata ufficialmente l’estate ma soprattutto -aiuto- oggi comincia ufficialmente il countdown al mio compleanno, non che la cosa mi sconvolga o sia degna di nota ma quest’anno si tratta di una cifra importante e gli amici non stanno mancando di rimarcarlo il più possibile.

Vi saprò dire cosa accadrà, intanto vi auguro buon week end!

 

 

Ingredienti:

per due persone

180 gr di orzo (mio cottura 15 minuti)

10 circa pomodori secchi

50 gr di parmigiano

1 spicchio di aglio

un mazzetto di basilico

olio evo q.b.

50 gr di feta

sale

 

 

1 Mettete a cuocere l’orzo come da istruzione, scolatelo e fatelo raffreddare.

2 Preparate nel mixer il pesto con tutti gli ingredienti a parte la feta, dovete regolarvi su come lo preferite, del tutto frullato o con pezzetti di pomodoro secco, denso, cremoso, aggiungete poco olio alla volta così da potervi rendere conto della consistenza che assume.

3 In una ciotola mettete l’orzo, il pesto poco alla volta, e la feta sbriciolata, anche in questo caso potete mettere tanto pesto, anche tutto se vi piace ben condito, se no regolatevi a gusto, regolate di sale, poco che la feta è salata, servite.

Lievitati

Focaccia zucchine burrata pomodori secchi

focaccia pomodori secchi zucchine e burrata

Focaccia perchè ho tantissimo lievito da usare che a breve scadrà, aggiungi che ancora non è troppo caldo, le giornate consentono di tenere acceso il forno e mangiare un piatto caldo, sono fra coloro che d’estate predilige piatti freddi niente paste fumanti, arrosti, verdure al forno, cottura si ma rapida in padella o verdure grigliate.

Un mix che ho inventato al momento con quello che avevo, zucchine saltate appena una decina di minuti perchè le odio spappolate, mi piace quel giusto equilibrio fra croccante/ben cotto, il resto messo a crudo, per me ottima e credo anche per la famiglia che l’ha gustata.

Vedremo cosa combinerò con il restante lievito, devo approfittare di questi giorni freschini, ora ha appena smesso di piovere per sfornare lievitati che potrei in parte surgelare, se avete qualche idea sono bene accette, ridendo e scherzando siamo già a metà mese, ammetto di essere felice che non sia arrivato il grande caldo, spero non arrivi proprio, un’estate a 28 gradi ci metto la firma.

Il lavoro chiama per cui vi lascio con un’idea semplice semplice se siete alla ricerca di un condimento per la focaccia, buona giornata!

 

focaccia burrata pomodori secchi e zucchine

 

Ingredienti

500 gr di farina manitoba

acqua fredda q.b.

10 gr di lievito di birra

3 cucchiai di olio evo

sale

2 zucchine

10 pomodori secchi

200 gr di burrata

 

focaccia con zucchine burrata e pomodori secchi

1 Preparate l’impasto della focaccia mettendo in una ciotola o su un piano di lavoro la farina, sciogliete il lievito in 100 ml di acqua tiepida, cominciate a versarlo sulla farina e impastate, aggiungete acqua poco alla volta, quando siete a buon punto per ottenere una pasta liscia compatta e omogenea unite l’olio e il sale, coprite e lasciate lievitare almeno tre ore.

2 Lavate le zucchine, togliete le estremità, tagliatele a rondelle mediamente sottili, in una padella antiaderente versate due cucchiai di olio, lasciate scaldare qualche istante poi aggiungete le zucchine, regolate di sale, fate cuocere circa 10/12 minuti mescolandole spesso.

3 Accendete il forno a 200 gradi, ungete con olio e pennello una teglia da forno, stendete la pasta, lasciate riposare 10 minuti, con i polpastrelli delle dita formate i buchini sulla pasta, in un bicchiere mettete due dita d’acqua, due cucchiai di olio e del sale grosso, mescolate e spennellate la focaccia con la salamoia.

4 Infornate, dopo venti minuti aggiungete i pomodori secchi precedentemente tagliati grossolanamente, cuocete altri dieci minuti, spegnete il forno e aggiungete le zucchine, lasciate riposare cinque minuti poi sfornate e distribuite la burrata fresca sulla focaccia, servite.

focaccia con burrata zucchine pomodori secchi

DOLCI

Bundt cake ricotta pere e cioccolato

bundt cake cioccolato ricotta pere

Questo è uno di quei post difficili, molto difficili, vorresti dire tante cose, dirle bene, senza emozionarti ma come si fa….e allora scrivi, come viene viene senza pensare a una scaletta, a cosa dire e cosa non sai dire bene.

Una ricetta speciale e stavolta non perchè è al cioccolato (anche) che sapete essere per me sacro, speciale perchè appartiene a un libro che è un piccolo capolavoro, uno scrigno di bellezza, poesia, atmosfera, un concentrato di casa, profumi, colori, sapori, dettagli.

La ricetta la trovate sul libro Pancetta Bistrot – ricette per tutte le ore, acquistarlo non è un consiglio è un obbligo perchè parliamo di pagine splendide, genuine, autentiche, non solo per le ricette belle, varie, caserecce o più particolari, grandi classici o sfiziosità, è tutto il libro a essere fantastico.

Ho il privilegio, l’onore, il piacere immenso di conoscere le autrici, di poter dire che sono mie amiche, proprio per questo posso dirvi che è un gioiello, molto più di un libro di ricette, è un entrare nel loro mondo fatto di bellezza, dettagli curati, oggetti del cuore, luoghi magici.

Sono i dettagli che catturano, una luce che illumina in un certo modo una parete con un vaso di fiori come sfondo, un campo di grano immortalato con i colori caldi che solo il tramonto sa regalare, una parete scrostata che non fa pensare al degrado, all’incuria ma alla storia che porta con se’, a cosa si nasconde dietro ai ciottoli.

Sono i fiori che non mancano mai che si tratti di tenerli in mano come un mazzo ricevuto in regalo o ad abbellire un tavolo, un vaso, un cesto, un libro che racconta una storia importante, un pontile sul lago che fa subito gita, relax, spensieratezza.

Il profumo e il gesto unico delle tagliatelle fatte in casa, una vetrata che è uno sguardo verso l’orizzonte, la natura elemento che io amo sempre e comunque, da loro immortalata in giardino, nei colori caldi dell’autunno, nei frutti raccolti dall’albero, le balle di fieno, le spighe di grano.

Potrei andare avanti ore…..sapete qual è la vera bellezza di questo libro? Il suo essere speciale? La sua semplicità, spesso le cose semplici sono quelle che regalano calore, profumo di casa, senso di appartenenza, poesia, accoglienza, la vera bellezza è sentirsi vicini, accanto, se fosse così bello da intimorire, sembrare irraggiungibile, sembrare un mondo a parte, si sarebbe bello ma meno autentico.

 

bundt cake pere cioccolato e ricotta

 

Ingredienti:

320 gr di pere già pulite

200 gr di farina

180 gr di ricotta mista fresca

150 gr di zucchero di canna chiaro

65 gr di burro fuso

40 ml di latte

40 gr di gocce di cioccolato

9 gr di lievito per dolci

2 uova

1/2 limone

150 gr di cioccolato gianduia

 

bundt cake ricotta pere e cioccolato

 

1 Tagliate a tocchetti le pere già pulite, mettetele in una ciotola e irroratele con il succo di limone e un paio di  cucchiai di zucchero presi dal totale.

2 Nella planetaria o in una ciotola con uno sbattitore montate le uova con lo zucchero fino a ottenere un composto spumoso, dovete duplicare il volume.

3 In un’altra ciotola setacciate la farina con il lievito.

4 Ammorbidite la ricotta con un cucchiaio e unitela al composto di uova poco alla volta, una volta amalgamata inserite la farina poco alla volta.

5 Unite poi il latte, il burro fuso non caldo, amalgamate e unite le gocce di cioccolato, mescolate e poi aggiungete le pere, amalgamate.

6 Imburrate e infarinate uno stampo, versate il composto, infornate in forno già caldo a 180 gradi per circa 40 minuti, verificate che sia ben cotto con lo stuzzicadenti, sfornate e lasciate raffreddare.

7 Adagiate il dolce su un piatto da portata sfornandolo delicatamente, ricopritelo con il cioccolato fuso.

 

ciambella ricotta pere e cioccolato

contorni/ verdure

Torta gli agretti ricotta e speck

torta alla ricotta agretti e speck

Che io non sia una grande amante delle torte salate è risaputo, o meglio le amo se sono buone (grazie….) ma ne ho mangiate talmente tante anonime, con pessima pasta, cruda o umidissima, ripieni senza sapore, improbabili, mollicci e altro che ormai quando  ne vedo una la guardo sempre con sospetto e raramente la prendo.

La torta salata è quella “cosa” che apparentemente sanno fanno tutti, anche le mie amiche, le più non sono ne’appassionate ne’ assi in cucina, una torta salata la fanno, un bel rotolo pronto, dentro qualche verdura mischiata con uova, formaggio, quel che c’è in frigo e via.

La trovi sempre a un buffet, un pic nic, una cena informale di quelle che vedono di tutto e di più sul tavolo, quando si dice facciamo una cena e ognuno porta qualcosa la torta salata va alla grande, ecco sarò snob, sarò difficile, tutto quello che volete ma ne ho mangiate troppe veramente anonime.

Infatti se guardate qua non ne trovate molto perchè “sono traumatizzata”, questa nasce per caso, volevo utilizzare gli agretti che mi piacciono e sono di stagione, avevo della sfoglia avanzata in surgelatore (ho preparato qualche settimana fa milioni di pizzette e tutti i ritagli di sfoglia li ho messi insieme ed ecco la base dalla torta), ricotta e parmigiano da finire ed ecco la torta che mio papà e mia sorella si sono fatti fuori metà in dieci minuti!

 

torta speck agretti e ricotta

 

Ingredienti:

300 gr di pasta sfoglia

un mazzo di agretti (circa 250 gr)

125 gr di  ricotta

100 ml di latte

2 uova

100 gr di speck

70 gr di parmigiano grattugiato

sale e pepe

 

torta salata ricotta speck agretti

 

1 Stendete la sfoglia in una tortiera o imburrata o con carta forno.

2 Lavate molto bene gli agretti e lessateli o cuocete al vapore, per circa 15 minuti.

3 Una volta intiepiditi disponeteli sulla superficie della torta.

4 In una ciotola sbattete le uova con la ricotta, il latte e il parmigiano, regolate di sale e pepe.

5 In un pentolino senza aggiungere olio cuocete per circa 3-4 minuti lo speck, deve risultare croccante, scolatelo e unitelo al composto di uova, amalgamate.

6 Versate il composto sugli agretti, fate in modo che sia ben distribuito, infornate in forno già caldo a 180 gradi, cuocete per circa 35 minuti, sfornate, aspettate almeno 15 minuti prima di servire.

 

torta salata con agretti speck e ricotta

contorni/ verdure

Strudel con asparagi bacon e scamorza

strudel con asparagi bacon e scamorza

Buongiorno, oggi a Milano giornata di quelle che non si capisce, uscirà il sole? pioverà? si riempirà di nuvole che già ci sono e anche un po’ di arietta, vedremo tanto comunque sono già uscita e non metto più piede fuori di casa per cui che sia quel che sia.

Gli asparagi, un altro di quei cibi con cui ho un rapporto strano, a volte mi piacciono, a volte no, da soli conditi con filo d’olio non fanno proprio per me, passati tipo minestra neanche e mi ricordano quando ero scout e si mangiavano le zuppe Knorr liofilizzate, brividi.

Mi piacciono con le uova, nella pasta se tagliati fini, così come nei muffin, in uno sformato o come in questo strudel dove sono avvolti nel bacon, qualcuno dirà come potrebbero non piacerti con la pancetta? Vero.

Comunque sia ricetta super veloce, diciamo pure svuota frigo, gli asparagi li ho presi ad hoc ma il resto era già cominciato e da finire, solo qualche fetta di bacon, un pezzettino di scamorza, anche la sfoglia era aperta, personalizzate come preferite.

strudel con scamorza bacon e asparagi

Ingredienti:

1 rotolo di pasta sfoglia

mezzo mazzo di asparagi verdi

6-7 fette di bacon

50 gr di scamorza affumicata

semi di sesamo

strudel con bacon scamorza asparagi

1 Srotolate un po’ prima la sfoglia nel mentre lessate gli asparagi, io li ho cotti un quarto d’ora, togliendo la parte sotto più dura da quando l’acqua bolliva.

2 Una volta intiepiditi avvolgeteli nella pancetta, non c’era pancetta per tutti ma nell’insieme non cambia nulla.

3 Tagliate la scamorza a dadini.

4 Accendete il forno a 180 gradi, distribuite gli asparagi pancettati sulla sfoglia insieme alla scamorza, lasciate spazio sui bordi per chiudere, avvolgete la pasta su stessa dandole la forma dello strudel, chiudete bene i bordi premendo con le dita, spolverate la superficie con i semi di sesamo, infornate per trenta minuti, sfornate e servite subito o quando preferite.

CONSIGLIA Gnocchi alla parigina