Browsing Tag:

Patate

Pesce

Burger di merluzzo

hamburger, merluzzo, pesce, patate, fritto, pesto, panini

A chi non piacciono? Di carne, pesce, legumi, verdure, trovo siano sempre ottimi, versatili, allegri, ci si può sbizzarrire a inventare abbinamenti, salse, creme per insaporirli.

Proprio questo è successo settimana scorso presso l’ Agriturismo Le Piagge a Ponzone nel Monferrato, sette blogger hanno cucinato e reinventato gli hamburger di pesce M-ittico, quattro sfide con quattro burger diversi: merluzzo, tonno, salmone e branzino.

unnamed

Molto carino e divertente notare la fantasia e l’inventiva con cui tutte noi abbiamo proposto i nostri quattro burger, non pensate che un burger possa o debba essere solo presentato nel piatto con le verdure o nel panino, infinite sono le combinazioni che potete creare.

Sono stati sottoposti di fronte alla giuria burger in veste di ripieno dei ravioli, in formato sandwich farciti con zucchine e tapenade di pomodori secchi e olive, accompagnati con la polenta, tipo millefoglie alternati con mele e cipolle caramellate e tante altre proposte.

Stiamo parlando di burger surgelati che trovate in diverse catene della grande distribuzione, comodi da cucinare anche all’ultimo minuto, solo sette minuti ed è pronto, niente lische, niente additivi aggiunti, gusti eccellenti e costo davvero appetibile.

Altro aspetto importante, M-ittico si impegna per il rispetto del mare e dei consumatori, nella riduzione dell’inquinamento e nel favorire uno sviluppo etico, ecologico e sostenibile.

La sfida fra blogger si è svolta in uno splendido agriturismo immerso nelle verdi colline del Monferrato, terra unica e splendida, gioiello Unesco, l’Agriturismo Le Piagge merita una visita, ancora meglio un soggiorno, Stefania e il suo staff sono molto accoglienti, alla mano, ti mettono subito a tuo agio in un ambiente curato, accogliente, caloroso.

Non tutti gli chef avrebbero messo a disposizione di sette blogger la propria cucina!

Andate e godetevi la vista spettacolare, la pace e il silenzio che solo la natura sa regalare, godetevi la veranda vista colline e piscina nei mesi estivi, il caminetto che scalda le sale piccole e raccolte, le camere -quando mai mi ricapiterà di dormire in un letto a baldacchino-. Sul sito troverete le attività che vi si possono svolgere, mountain bike, fattoria didattica e quant’altro.

Oggi vi propongo la mia ricetta per la sfida riguardante i bambini, ho giocato facile e sul sicuro, merluzzo fritto, pesto e chips di patatine, niente gusti particolari, abbinamenti ricercati, i bambini solitamente vanno dritti al punto e con il fritto non si sbaglia mai.

hamburger, merluzzo, pesce, patate, fritto, pesto, panini

Ringrazio le mie compagne d’avventura, Laura, Camilla, Adele, Anastasia, Valentina e Barbara, l’impeccabile organizzazione di Vittoria, le sue colleghe Laura e Barbara, Stefania e Antonio dell’Agriturismo, a tutti grazie per la compagnia, le chiacchiere, la splendida cornice in cui siamo state accolte.

hamburger, merluzzo, pesce, panino, patate, fritto, pesto

 

Ingredienti:

1 panino per hamburger (va bene qualsiasi panino)

1 Burger M-ittico al merluzzo

1 uovo

50 gr di pangrattato

2 patate

2 cucchiaini di pesto

sale

olio per friggere

pesce, hamburger, panini, merluzzo, patate, pesto, fritto

1 Sbucciate e lavate le patate, tagliate a fette sottili, versate l’olio per friggere, siate generosi, in una padella antiaderente, aspettate che si scaldi e friggete le patate.

2 In  un piatto sbattete l’uovo, in un altro versate il pangrattato, immergete il burger prima nell’uovo poi nel pangrattato, ripetete lo stesso passaggio due volte, friggetelo in un padellino con dell’olio (3-4 cucchiai).

3 Scolate sia le patate che il burger su un foglio di carta assorbente, regolate di sale.

4 Componete il panino, tagliatelo a metà spalmate un cucchiaino di pesto, mettete tre quattro patate poi il burger, un altro strato di pesto e qualche patate, chiudete e servite.

dsc06275

 

dsc06279

 

dsc06276

 

dsc06295

 

dsc06303

Patate/ Pesce

Filetti di sgombro con patate al forno

pesce, sgombro, secondi piatti, patate

Evviva la semplicità! Spesso noi foodblogger (anche io se fatico a ritrovarmi in questo termine) e appassionati di cucina cerchiamo la ricetta originale, l’abbinamento inconsueto, quel mix dolce e salato, andiamo alla ricerca di ingredienti particolari, torniamo da un viaggio o una gita fuori porta con il mix di spezie, l’infuso, la farina, il biscotto artigianale.

A volte leggete termini come la farina di canapa sativa, incordare l’impasto, la farina di chufa, e tanti altri e vi dite -ma di che parlano?-. Ecco, ammetto che spesso pure io non so di che si sta parlando, magari si passa per snob, ricercati, per intenditori ma è solo passione, voglia di scoprire, sperimentare, creare nuovi sapori.

Detto ciò, ma quanto sono buoni i piatti semplici, caserecci? I migliori, si sperimenta, si inventa, si assaggia di tutto, si viaggia nelle cucine di tanti paesi ma -almeno per me- il meglio restano i piatti rapidi, gustosi, profumati, senza troppi fronzoli.

Questa una ricetta dove l’unico sforzo consiste nel sbucciare e tagliare le patate, fine, dopo ci pensa il forno, come dico sempre ai miei amici non pensate che a casa mia ogni pasto preveda piatti elaborati, con lunghe preparazioni, numerosi passaggi, non mangio tutti i giorni torte a quattro strati con tre creme diverse e decorazioni, ne’ la pasta fresca o il pane con 48 ore di lievitazione.

Il vero lusso è la semplicità!

pesce, sgombro, secondi piatti, patate

Ingredienti:

3 filetti di sgombro fresco (circa 200 gr)

2 patate medie

olio evo

rosmarino

sale

pesce, sgombro, patate, secondi piatti

1 Sbucciate la patate, tagliatele a pezzetti, lavatele, scolatele e mettete in una pirofila, aggiungete il sale, l’olio, il rosmarino, infornate a 200 gradi per 25 minuti, forno già caldo.

2 Trascorsi i 25 minuti aggiungete i filetti di sgombro, date una mescolata alle patate, infornate per altri 20 minuti. Sfornate e mangiate subito.

pesce, sgombro, patate, secondi piatti

carne

Crocchette di pollo patate e aglio orsino

carne, pollo, crocchette, patate, aglio orsino, erbe

Due foto rubate al volo prima che la faine aprissero le danze, tre minuti piatto vuoto!

Se non amate l’aglio orsino non mettetelo, vi assicuro che non è come l’aglio “normale”, è secco, un’erba, non è difficile da digerire, non lascia odore, dimenticatevi l’aglio, questo ha un sapore deciso ma differente dall’aglio che siamo abituati a utilizzare.

Se riuscite a conservarne un po’ o prepararne in abbondanza, il giorno dopo sono ancora più buone.

Tornerò con le ricette passo passo quando sarò a Milano, in montagna per mancanza di spazio e utensili mi risulta difficile, sono comunque ricette molto semplici quelle di queste settimane.

A proposito di montagna, questa è stata una settimana splendida, sole, caldo tutti i giorni, una rarità dato che le settimane precedenti qualche giorno brutto e/o di pioggia c’è stato. Mi godo queste ultime giornate di sole, un sole diverso da luglio, caldo ma diversamente caldo, alto ma più basso del mese precedente, anche la luce ha un altro “colore”, intensità, difficile descrivere ma se foste qui capireste al volo.

Buon week end.

carne, pollo, crocchette, patate, aglio orsino, erbe

Ingredienti:

per circa una ventina di crocchette

400 gr di petto di pollo

2 patate lesse medie

1 cucchiaino di aglio orsino

1 uovo

pangrattato q.b.

sale

olio per friggere

carne, pollo, patate, erbe, aglio orsino

1 Sbucciate le patate e schiacciatele con una forchetta.

2 In una padella antiaderente cuocete il petto di pollo ai ferri, lasciate intiepidire.

3 Riunite nel mixer il pollo, le patate, l’aglio orsino e l’uovo, frullate fino a ottenere una consistenza omogenea.

4 Aggiungete poco alla volta il pangrattato, dovrete ottenere una consistenza abbastanza densa, regolate di sale.

5 Scaldate in una padella antiaderente abbondante olio, quando sarà ben caldo con un cucchiaio formate le crocchette direttamente nella padella, bastano tre quattro minuti di cottura, quando da entrambi i lati avrete una crosta ben compatta e dorata, trasferite su un foglio di carta assorbente e servite.

Primi

Mafaldine con pesto rosso fagiolini e patate

mafaldine, pasta, primi, pesto rosso, fagiolini, verdure, patate

Il pesto con fagiolini e patate è un grande classico, oggi variamo utilizzando il pesto rosso, preparato con i pomodori secchi, per me ottimo tanto quanto l’altro.

Vi scrivo mentre fuori un sole bellissimo illumina le montagne, non ci sono nuvole in cielo, il colore predominante è l’azzurro intenso tipico di luglio e il verde dei monti, gli unici rumori che sento son quelli degli uccellini che si rincorrono, giocano, forse litigano, chissà.

Adesso che nelle case intorno non c’è ancora nessuno vedo comparire spesso uno scoiattolo tutto nero, arriva correndo veloce, si guarda in giro, mi guarda (probabilmente nella mia immaginazione…), sale sugli alberi, rapidamente si sposta fra i rami, scende si ferma a qualche metro da me poi va e viene.

Mi godo questo risveglio perchè domani sarà molto diverso, nella veloce, caotica, rumorosa, cementificata Milano che non amo particolarmente mai ma che in estate possiamo dire serenamente odio del tutto.

Buona giornata!

pesto rosso, fagiolini, verdure, patate, primi, pasta, mafaldine

Ingredienti:

per due persone

180 gr di mafaldine

80 gr di pesto rosso

1 patata media

80 gr di fagiolini

sale

pepe

mafaldine, pasta, primi, pesto rosso, fagiolini, verdure, patate

1 Per la ricetta del pesto rosso cliccate qui, lessate i fagiolini e la patata.

2 Mettete a bollire l’acqua per la pasta, quando bolle salate versate le mafaldine, scolate e condite con il pesto e la patata tagliate grossolanamente a pezzetti, regolare di pepe, se volete spolverate di parmigiano.

Primi

Crepes con pesto patate e fagiolini

crepes, patate, pesto, fagiolini, verdure, primi, uova

crepes, patate, pesto, fagiolini, verdure, primi, uova

E’ un periodo in cui si rompe tutto, il pc è un mese che mi fa impazzire, lo riparano non senza fatica, mille prove, tentativi, torna a casa e cinque giorni dopo ha nuovamente qualche problema, sto usando un pc non mio, vecchio come mia nonna, vi dico solo che le foto le vedo sgranate da quanto il monitor è “antico”,  in poche parole ho scelto le foto che parevano le meno peggio non potendo vederle bene.

Il telefono ogni giorno mi regala un problema diverso, sistemi ne salta fuori un altro, e altri  guasti che non sto   a raccontarvi per non tediarvi, diciamo che son giorni che inseguo, mi arrangio, corro di qua e di là, in poche parole mi stresso!

Passando alla ricetta, per me un signor primo, essendo un amante delle crepes  e del pesto non potrei non amare questo connubio arricchito dalle patate e dai fagiolini, un piatto unico che sazia, che ha gusto, profumo, colore.

Buona settimana!

 

crepes, uova, patate, pesto, fagiolini, verdure, primi

 

Ingredienti:

per le crepes, circa 12

4 uova

60 gr di burro fuso

250 gr di farina

mezzo litro di latte

due patate lesse

100 gr di fagiolini lessati

100 gr di mozzarella a pezzetti

150 ml di pesto ( ricetta qui)

100 gr di parmigiano grattugiato

 

crepes, uova, patate, fagiolini, pesto, primi

1 Per le crepes, sbattete in una ciotola le uova, unite poco alla volta la farina sempre mescolando, nel mentre unite poco alla volta anche il burro, quando avrete ottenuto un composto omogeneo piuttosto denso, unite a filo il latte sempre mescolando, regolate di sale.

pesto, patate, fagiolini, crepes, uova, primi, verdure

2 Scaldate una padella antiaderente con una noce di burro, versate trequarti di mestolo con un mestolo, fate cuocere fino a che non cominceranno a comparire delle bolle, aiutandovi con una spatola girate la crepes e lasciate cuocere per un altro minuto, proseguite nello stesso modo fino al termine degli ingredienti.

3 Prendete una tortiera (va bene una pirofila, uno stampo a cerniera, quello che preferite che sia più o meno grande come le crepes), imburratela, disponete una crepes poi farcite con i fagiolini tagliati grossolanamente, alcuni fette di patate tagliate precedentemente, un cucchiaio di pesto, pezzetti di mozzarella  e una spolverata di parmigiano, proseguite nello stesso modo fino al termine delle crepes e del condimento.

pesto, patate, fagiolini, crepes, uova, verdure, primi

4 Accendete il forno a 200 gradi, infornate per circa 25 minuti, servite calda o tiepida.

NOTE: può essere che vi avanzino delle crepes, la grandezza delle crepes dipende dalla grandezza della padella e da quanto distribuite il composto, potete farle più grandi e diminuire gli strati, così come distribuite gli ingredienti a piacere aumentando o diminuendo le dosi a gusto.

uova, crepes, verdure, patate, fagiolini, pesto, primi,

 

 

Primi

Gnocchi di patate viola

gnocchi, patate, patate viola, burro, salvia, primi

gnocchi, primi, patate, patate viola, burro, salvia

Belli, buoni, versatili gli gnocchi, profumano di casa, di semplicità, di sostanza, conditi semplicemente o con sughi più corposi, di patate ma anche di ceci, di castagne, di svariate farine, davvero difficile che non piacciano.

Eccoli di patate viola, un colore splendido, conditi con burro e salvia e un tocco di parmigiano.

Un lunedì mattina con un pallido sole, poco sveglia nonostante una bella e grande tazza di te caldo, mille cose da fare e pensieri che faticano a essere lucidi, sensati, in pratica sto ancora dormendo, vi auguro una felice settimana.

gnocchi, patate, patate viola, burro, salvia, primi

Ingredienti:

per circa 4 persone

1 kg di patate viola

230/250 gr di farina

sale

60 gr di burro

salvia

 

gnocchi, patate, patate viola, burro, salvia, primi

1 Lessate le patate, lasciate intiepidire e sbucciatele.

2 Passatele nello schiaccia patate o spappolatele con una forchetta, unite la farina, salate e  impastate, dovrete ottenere un composto omogeneo, morbido.

3 Preparate gli gnocchi, staccate dei pezzetti di impasto, formate un cilindro lungo e largo un cm circa, tagliate il cilindro ogni due cm, disponete i pezzetti su un piano da lavoro infarinato, proseguite fino al termine dell’impasto.

4 Mettete a bollire l’acqua, quando bolle salate, versate gli gnocchi, mentre cuociono sciogliete il burro con la salvia, quando gli gnocchi cominciano a salire scolateli con un mestolo forato e versateli nella padella con il burro e la salvia, mescolate e servite subito, se volete con una spolverata di parmigiano grattugiato. Devono cuocere pochi minuti, tre quattro.

gnocchi, patate, patate viola, burro,salvia, primi piatti

Lievitati

Torta di patate provola e pomodori secchi

torta salata, brisee, patate viola, formaggio, provola, pomodori secchi, crostata, quiche

Eccoci anche questo mese all’appuntamento con le altre blogger amiche per scambiarci una ricetta, questo mese ho conosciuto Angela del blog Tre muffin e un architetto, il bello di questo gioco consiste nell’entrare nelle cucine e case di altre blogger, ho avuto la fortuna di essere abbinata sempre a blog che non conoscevo.

Angela mamma di tre bimbi, architetto, produce ricette interessanti, non è stato facile scegliere perchè son state diverse quelle che mi hanno incuriosita, per esempio la torta salata mazzo di tulipani, la chiffon con glassa al caramello, le frittelle di riso e potrei continuare a lungo.

Dopo tanto curiosare ho optato per questa torta, in primis amo la pasta brisee, potete comprarla ma ovviamente è molto meglio se la preparate, adoro tutti gli altri ingredienti, volevo usare le patate viola, una volta tanto che le trovo, provola e pomodori secchi adorabili, una torta saporita, gustosa.

Vi lascio la ricetta identica alla sua, ho solo diminuito le uova, ne ho messe due invece di tre perchè ho scelto uno stampo rettangolare non tondo che contiene maggior ripieno, anche il formaggio ne ho messo un po’ meno.

Buon week end e grazie Angela.

 

torta salata, patate viola, provola, formaggio, brisee, crostata, quiche

 

Ingredienti:

per la pasta brisee

200 gr di farina

100 gr di burro freddo

60 ml di acqua fredda

sale

2 patate viola cotte al vapore

100 gr di provola

30 gr di pomodori secchi

2 uova

130 ml di panna fresca

timo

sale e pepe

burro per stampo

 

torta salata, provola, formaggio, pomodori secchi, patate viola, quiche, crostata

1 Preparate la brisee impastando insieme tutti gli ingredienti, dovrete ottenere una pasta liscia e compatta, fate attenzione ad amalgamare bene il burro.

2 Imburrate uno stampo tondo o rettangolare, stendete la pasta uniformemente, dovrebbe avanzarne un po’ per decorare la superficie.

3 Accendete il forno a 180 gradi, in una ciotola sbattere le uova e la panna, salate, pepate e aggiungete il timo fresco quantità a piacere.

4 Direttamente nella torta aggiungete le patate precedentemente sbucciate, tagliate a pezzetti, unite i pomodori e il formaggio sempre a pezzetti, distribuite bene su tutta la superficie, versate il composto di uova.

5 Con la pasta avanzata formate delle strisce o altre decorazioni in base a quanta pasta avete, infornate per 35 minuti.

torta salata, brisee, patate viola, formaggio, provola, pomodori secchi, crostata, quiche

Antipasti/ Patate

Tartellette con patate e acciughe

tartellette, acciughe, patate, pesce, brisse, aperitivo, antipasti

pesce, acciughe, patate, tartelletta, aperitivo, brisee

Gennaio già finito, un mese colmo di sole, belle giornate, finestre spesso aperte, cime poco innevate, fiumi e laghi malconci, albero di Natale e addobbi riposti per l’anno prossimo, panettoni e torroni da smaltire.

Un mese di letture, di qualche serata al cinema, una pizza con amici, passeggiate per godersi il sole, in maglione in montagna il 6 gennaio, ricette nuove, libri di cucina studiati, un progetto che mi ha tenuta impegnata per mesi che sta volgendo, finalmente, al termine, un pranzo ai navigli con un’amica, ovviamente giapponese (non l’amica).

Qualche idea lavorativa, questi ultimi giorni malaticcia, amici che si fanno inseguire altri che senti spesso su whatsapp perchè son lontani, un acquisto importante.

Un mese finito senza neve, che a me piaccia lo sanno tutti, che non arrivi trovo sia un danno per tutti, insieme alla pioggia.

Gli amanti del sole, chi detesta il freddo, odia la pioggia staranno brindando ma pagheremo cara quest’assenza di acqua in montagna, nelle città, nei fiumi che poveretti soffrono (avete visto le immagini del Po?), lungi da me farvi un trattato sulle condizioni atmosferiche e sui danni che l’ambiente sta subendo, spero solo che la neve arrivi, tanta, da coprire per metri le montagne.

Idem la pioggia, che pulisca le città, riempa i bacini idrici, i fiumi, i laghi.

tartellette, acciughe, patate, pesce, brisse, aperitivo, antipasti

 

Ingredienti:

per circa 4 tartellette

230 gr di pasta brisee

50 gr di acciughe +3-4 per decorare

20 gr di parmigiano grattugiato

60 ml di panna fresca

1 cipolla bianca

1 patata media

1 uovo

2 cucchiai di olio evo

sale

pepe

 

tartellette, aperitivo, patate, acciughe, pesce

1 Sbucciate la cipolla e tagliatela a pezzetti piccoli, pelate la patata e fate altrettanto.

2 Scaldate una padella con due cucchiai di olio, aggiungete la cipolla e la patata, mescolate, fate cuocere per circa 15/20 min, se necessario aggiungete un po’ d’acqua per evitare che si attacchino.

3 In una ciotola sbattete l’uovo con la panna e il formaggio.

4 Tritate i 50 gr di acciughe, aggiungeteli al composto liquido, mescolate.

tartellette, aperitivo, acciughe, patate, pesce, brisee

5 Aggiungete patate e cipolle, salate, pepate, mescolate.

6 Accendete il forno a 180 gradi, con una tazza poco più grande della vostra forma di tartelletta ritagliate dei cerchi, adagiateli nello stampo precedentemente imburrato o coperto di carta forno (in questo caso bagnata e ben strizzata per farla aderire bene allo stampo).

7 Versate il composto negli stampi, richiudete i bordi e cuocete per circa 22/25 minuti. Sfornate, servite calde o tiepide decorando con un filetto di acciuga.

tartellette, aperitivo, brisee, patate, acciughe,pesce

Patate/ Pesce

Salmone con patate e crema all’aneto

salmone, pesce, secondo, dal mondo, aneto, crema, formaggio, patate

salmone, pesce, formaggio, crema, aneto, patate, secondo, dal mondo

Un piatto di pesce per le feste perfetto! Light, cotto alla griglia con appena un filo d’olio, rapidissimo da preparare, in sostanza dovete solo tagliare le patate, economico, vero il salmone un pochino costa ma parliamo di una cifra abbordabile e contenuta rispetto ad altri pesci e il restante degli ingredienti ha costi irrisori.

Profumato, se conoscete l’aneto immaginate il profumo, le patate tagliate sottili son rapide da cuocere al contrario di quelle al forno che necessitano tempo, certo non son la stessa cosa ma vi assicuro che anche preparate così son ottime.

Se dovete grigliare in forno i tempi aumentano un pochino ma parliamo comunque di poco tempo trattandosi di pezzi piccoli.

Un piatto che profuma di nord Europa dove la crema di formaggio e aneto è un classico con il pesce, ricordo in Svezia enormi portate di aringhe con questa crema, sapori decisi che non a tutti piacciono e che dopo un po’ stancano, decidete voi se aggiungere altre creme o modificare questa, per esempio potreste togliere l’aglio che aggiunge carattere e non tutti lo digeriscono e apprezzano crudo, io lo adoro.

Il menù delle feste piano piano si sta componendo, ormai avrete in mente cosa preparare mancano dieci giorni e organizzarsi per tempo è fondamentale soprattutto per chi ha un esercito di amici e parenti da sfamare, per chi lavora fino all’ultimo minuto, per chi deve servire numerose portate e diciamolo anche per chi non è abilissimo ai fornelli.

Buona settimana.

salmone, aneto, pesce, formaggio, patate, secondo, dal mondo

 

Ingredienti:

per due persone

due tranci di salmone

3-4 patate

olio d’oliva

60 gr di formaggio spalmabile

mezzo spicchio d’aglio

aneto

salmone, pesce, patate, secondo, aneto, crema di formaggio, dal mondo

1 Sbucciate, lavate e tagliate e fettine sottili le patate.

2 Grigliatele con un filo d’olio per una decina di minuti.

3 Grigliate il pesce per 7-8 minuti.

4 Preparate la crema mescolando insieme il formaggio (meglio se a temperatura ambiente, lo spicchio d’aglio tritato e l’aneto lavato, asciugato e ridotto a foglioline.

5 Componete il piatto come preferite accompagnando con la crema di aneto.

salmone, pesce, patate, aneto, crema di formaggio, dal mondo

salmone, pesce, secondo, dal mondo, aneto, crema, formaggio, patate

Patate

Crema di patate e polipo

crema, pesce, polipo, patate, primi

crema, patate, primi, polipo, pesce

Polpo o polipo onestamente non lo so, avevo letto qualcosa in merito tempo fa ma non ricordo la differenza, ho scritto polipo se non è corretto correggetemi e se avete voglia ditemi perchè.

Un piatto di una semplicità disarmante, non potete sbagliare, e non esiste la formula perfetta, variate tranquillamente le dosi, aggiungete spezie o frutta secca, o un’altra verdura, più polipo, rendetela meno densa o proprio liquida, omettete il parmigiano, decidete liberamente come preparare la vostra crema, i miei son solo suggerimenti.

Ricetta ottima per gli amanti del duo polipo/patate, servita nelle adorabili cocotte Le Creuset, meravigliose, mi piacciono tanto per forma, colore, materiali, costano parecchio e infatti queste le ho prese con un buono regalo e il sito neppure lo guardo, ho imparato a non essere masochista!

Grazie infinite a tutte per le belle parole e per aver festeggiato con me i primi due anni di blog. Ci tenevo partecipaste alla festa perchè il blog senza la vostra presenza non ci sarebbe, aggiungi che siete stati molto generosi di complimenti, belle parole, attenzioni, grazie grazie mille davvero!

Buona giornata!

crema, pesce, polipo, patate, primi

 

 

Ingredienti:

per due cocotte

3 patate medie

250 ml di latte

50 gr di parmigiano

sale

pepe

polpo a piacere

 

crema, pesce, polipo, patate, primi

1 Lessate le patate, lasciatele raffreddare, sbucciatele (potete lessarle anche senza buccia), schiacciatele, decidete voi se lasciare qualche pezzo o schiacciarle tutte.

2 Mettete le patate in un pentolino, aggiungete il latte, mettete sul fuoco medio, salate pepate, portate a bollore, aggiungete il parmigiano.

3 Lessate il polipo (il mio era enorme, circa 35 minuti), tagliatelo a pezzetti.

4 Trasferite la crema nelle cocotte e aggiungete il polipo, regolate di sale.

La consistenza della crema stabilitela voi, liquida, densa, con più o meno parmigiano, assaggiate e regolatevi, il polipo potete anche saltarlo qualche minuto con del vino bianco.

crema, patate, polipo, pesce, primi

CONSIGLIA Olive in salamoia